Se ti piace questo articolo condividilo con i tuoi amici:

Cosa vedere a Barcellona in 3 giorni, le attrazioni must per chi visita la città per la prima volta ed alcuni consigli utili non turistici per scoprire il meglio della capitale catalana.

Personalmente è una delle mie città preferite in Europa. Ci sono stata quasi una decina di volte: per gite scolastiche (il mio primo volo in aereo), poi per lavoro, vacanza, matrimoni e conventions varie.

Tutte le volte ci torno sempre volentieri e più di una volta ho addirittura pensato di andarci a vivere.

***Controlla quale assicurazione viaggio copre le spese per COVID-19 (test e cure all’estero) o compra direttamente online la polizza viaggio Heymondo con lo sconto del 10% riservato ai lettori del mio blog.

Visitare Barcellona in 3 giorni

Visitarla in 3 giorni, è forse quasi più un antipasto che una vera e propria scoperta. Cosí, in caso aveste più tempo a disposizione, vi consiglio di leggere anche questo post sulle 12 cose da non perdere a Barcellona sul portale magazine Explore di Expedia.

Città antica e moderna al tempo stesso, capitale ricca di arte e dell’architettura modernista, Barcellona è e rimarrà sempre una tra le città più amate dai turisti di tutto il mondo.

Per visitare le attrazioni più belle della città potete organizzarvi autonomamente oppure prenotare un free tour di Barcellona in italiano che vi porterà a visitare a piedi gli angoli più interessanti della città insieme ad una guida.

cosa vedere a Barcellona

Qui di seguito i miei consigli su cosa cercare di vedere in 3 giorni:

Le case di Gaudì

Partendo dalla centrale Placa de Catalunya, camminate lungo il Passeig de Gracia, grande viale alberato pieno di negozi. Qui troverete le famose e originali case dell’architetto Antoni Gaudì:

Casa Batllò e Casa Pedrera

Per visitare le due case vi consiglio di prenotare in anticipo online, in modo da evitare delle lunghe file, dato che sono una tappa obbligata per una visita di Barcellona in 3 giorni.

case Gaudi Barcellona

La Rambla

A chiunque chiederete cosa vedere a Barcellona, vi dirà di fare una passeggiata lungo la Rambla, uno dei viali cittadini principali, che collega Placa de Catalunya al porto antico.

È una strada piena di bar, negozi, ristoranti, artisti di strada, baracchini di fiori, street food e gente che passeggia.

Mi raccomando, fate attenzione alla borsetta e agli oggetti di valore…

Sicuramente si tratta di una via molto turistica, quindi prima di scegliere ristoranti che si trovino lungo la strada leggete bene le recensioni e assicuratevi che non si tratti di “trappole per turisti”.

Rambla di Barcellona

Per provare le tapas, una buona scelta è la Cerveceria catalana, che si trova proprio sulla Rambla.

Mercato la Boqueria

Il mercato alimentare più famoso di Barcellona. Forse diventato troppo turistico ma ve lo consiglio perché si mangia comunque molto bene e fa parte della doverosa passeggiata sulla Rambla.

mercato la Boqueria Barcellona

Qui potete trovare maggiori informazioni: https://it.wikipedia.org/wiki/La_Boqueria

Barrio Gotico

È l’antico quartiere medievale di Barcellona, dove troverete strette stradine piene di bar, botteghe e ristoranti. Qui ha sede anche la Cattedrale della Santa Croce e Sant’Eulalia.

Sagrada Familia

Tra le cose da vedere a Barcellona in 3 giorni va inclusa senza dubbio un’altra opera importantissima di Gaudì: la Sagrada Familia, grande basilica diventata simbolo della città e prima attrazione della Spagna per numero di visitatori.

Sagrada Familia Barcellona

Anche in questo caso, per evitare ore di file, vi consiglio di acquistare online un biglietto con fast track, meglio se con visita guidata, come questo tour di Civitatis che include anche l’accesso alle torri.

Parc Guell

Un po’ decentrato ma certamente da non perdere, si tratta di un meraviglioso parco panoramico fatto di giardini ed elementi architettonici inconfondibili ad opera ancora una volta di Gaudì. Per saperne di più sul parco e sulla sua storia, vi consiglio di prenotare una visita guidata di Parc Güell com questa di Civitatis.

Parc Guell Barcellona

Stadio del Barcellona Camp Nou

Se siete appassionati di calcio, non potete perdere il Camp Nou, lo stadio della squadra del Barcellona e visitarne spogliatoi e museo. Il biglietto è piuttosto caro ma dipende da quanto è grande la vostra passione per questo sport.

Io per esempio non ci sono mai stata ma non ho neanche mai guardato una partita di calcio per intero, quindi non faccio testo.

Luna Park del Tibidado

Una bella attrazione da consigliare a chi mi chiede cosa vedere a Barcellona in 3 giorni è il Luna Park del Tibidado, che si trova sull’omonima collina.

Si tratta del parco divertimenti più antico di Spagna, con una dimensione quasi familiare. Da qui si ha una bella vista sulla città e arrivarci è già di per sé piacevole, dato che si raggiunge con una funicolare.

Tibidado Barcellona

Museo della scienza Cosmocaixa

Un ottimo museo della scienza è il Cosmocaixa, con tante attrazioni interattive, non solo per bambini

Se avete tempo durante i vostri 3 giorni a Barcellona, vi consiglio di dedicargli qualche ora.
Mercato Els Encant Vells

Se siete amanti dello shopping low cost e dei mercatini, vi consiglio il mercato Els encants vells. Ve ne ho parlato qui: https://inviaggiodasola.com/mercato-els-encants-vells-barcellona/

Dove mangiare a Barcellona

Siete indecisi su dove mangiare a Barcellona ma volete evitare posti scadenti dai prezzi troppo alti?

Scegliete allora la rambla del quartiere Poblenou.Qui ci sono diversi ristoranti per una cena casual, con cibo di qualità, prezzi contenuti e file non troppo lunghe.

Dove andare in spiaggia a Barcellona

Barcellona è una città di mare, quindi se cercate spiagge dove rilassarvi al sole, avrete l’imbarazzo della scelta, proprio restando in città.

Se volete evitare le spiagge super affollate, andate oltre la Barceloneta.

La spiaggia di Villa Olimpica è un po’ più riservata e vi si trovano anche tanti chiringuitos dove bere e mangiare qualcosa guardando il mare.

E se avete dimenticato il costume da bagno, sappiate che oltre Villa Olimpica, c’è anche la spiaggia per nudisti di Barcellona.

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da Diana Bancale -Travel Blogger (@inviaggiodasola) in data:

Come spostarsi a Barcellona

Barcellona si può facilmente visitare a piedi o con i mezzi pubblici.

Mezzi pubblici

Sul sito del Transport Metropolitans de Barcelona potrete valutare tutte le opzioni per andare da un posto a un altro, o meglio ancora scaricarne la app.

Taxi

Tenete conto che comunque a Barcellona i taxi sono piuttosto economici, quindi questa è un’altra opzione da considerare.

Transfer privato

Se preferite l’autonomia e la comodità di avere un’autista privato che vi venga a prendere e vi porti dove volete, potete prenotare un servizio di transfer privato a Barcellona QUI.

Bus turistici

Una buona idea per visitare Barcellona in 3 giorni è anche prendere il bus turistico. Sono frequentissimi, e si può salire e scendere in libertà quando si vuole, con spiegazioni in italiano.


E ora che sapete cosa vedere a Barcellona in 3 giorni, non vi resta che preparare le valigie e partire.

Fatemi poi sapere se vi è piaciuta la città tanto quanto piace a me 😊

Per ricevere i miei consigli di viaggio, restare aggiornati sulle novità e i prossimi viaggi di gruppo e avere sconti e promozioni, iscrivetevi alla mia newsletter 🙂


Tranquilli, non vi intaserò la casella e-mail, vi arriverà una email ogni 1/2 mesi!


Accetto la Privacy Policy

 

Alcuni dei link presenti in questo sito web sono link di affiliazione. Questo significa che se clicchi sul link e acquisti il prodotto, io riceverò una piccola commissione di affiliazione. Indipendentemente da ciò, è mia intenzione raccomandare solo prodotti o servizi che uso regolarmente e che ritengo aggiungano valore ai miei lettori.