Se ti piace questo articolo condividilo con i tuoi amici:

In questo articolo vi racconterò come organizzare un viaggio da soli in Corea del Sud, come ho fatto io.

Scoprite tutto quello che c’è da sapere prima di partire (quando andare, quali documenti sono necessari, etc) e quali sono le tappe principali da scegliere se avete a disposizione 10 giorni per visitare il paese.

CONSIGLI UTILI PER ORGANIZZARE UN VIAGGIO DA SOLI IN COREA DEL SUD

🏥Assicurazione di viaggio con sconto 10%

Assicurazione viaggio Heymondo con copertura spese mediche in viaggio fino a 7 milioni, comoda app gratuita e assistenza clienti H24.

FAI UN PREVENTIVO QUI (CON SCONTO 10%)

🚌I tour guidati più famosi

Tour della zona demilitarizzata coreana da Seoul

Tour nella Zona demilitarizzata coreana (DMZ) al confine tra la Corea del Sud e la Corea del Nord.

PRENOTA QUI

Tour di Busan di un giorno

Tour guidato in bus con guida alla scoperta della attrazioni più belle di Busan

PRENOTA QUI

Tour di 1 giorno da Busan a Gyeongju

Gita di un giorno da Busan a Gyeongju (città storica patrimonio Unesco) con una guida turistica professionista.

PRENOTA QUI

📱SIM card per internet con tessera trasporti inclusa

SIM card con traffico dati + T-money Card per I trasporti pubblici, da ritirare direttamente all’aeroporto di Seoul.

COMPRALA QUI

🏨Dove dormire in Corea del Sud

📍 Seoul

OYO Myeongdong 5 Lodge Guesthouse con camere private con bagno, sistemazioni tipo lodge (pulizia ottima, colazione inclusa) nel centro di Myeong Dong.

CONTROLLA PREZZI E RECENSIONI QUI

📍 Busan

MAMA Guesthouse Haeundae – Guesthouse con camerate e camere singole con bagno in privato. Pulita e centrale, vicino al mercato di Haeundae e alla spiaggia omonima.

CONTROLLA PREZZI E RECENSIONI QUI

📍 Gyeongju

Hwangridangil Adamjeong – Tipica abitazione hanok nel centro di Gyeongju, buon rapporto qualità prezzo e host molto gentile.

CONTROLLA PREZZI E RECENSIONI QUI

***Controlla quale assicurazione viaggio copre le spese per COVID-19 (test e cure all’estero) o compra direttamente online la polizza viaggio Heymondo con lo sconto del 10% riservato ai lettori del mio blog.

Viaggiare da soli in Corea del Sud

La Corea del sud non è esattamente la prima meta che venga in mente ad un viaggiatore italiano che stia programmando una vacanza. Tantomeno ad uno che voglia partire da solo.

E invece io, erano anni che avevo voglia di Oriente in solitaria.

Sono passate pandemie, fidanzati e trasferimenti vari e io, continuavo ad immaginarmi dall’altra parte del mondo, a girare da sola e scoprire la meravigliosa diversità che questa terra ci offre.

E così, appena ho potuto, ho prenotato un biglietto aereo per Seoul, la capitale della Corea del Sud.

viaggiare da soli a Seoul

Perché fare un viaggio da soli in Corea del Sud?

Devo ammettere che in 10 giorni di viaggio in Corea del Sud ho incontrato due soli italiani, di cui una di origine coreana che tornava dalla famiglia e l’altro, il suo fidanzato.

Molti mi hanno chiesto: “Corea? E che vai a fare in Corea da sola”?

Ho scelto questo paese perché avevo un bisogno enorme di scoperta, di confrontarmi con una cultura diversa, una sete di vedere ed apprendere cose nuove.

Sognavo le moderne metropoli affollate, ricche di opportunità e vita ma anche la spiritualità dei templi buddisti, il caos dei mercati asiatici e quella sensazione di pace che mi danno molti paesi in Asia.

Ho scelto la Corea perché paese sicuro e civile, dove non devi combattere per contrattare il prezzo di un oggetto e dove la gente è onesta e rispettosa. Dove gli uomini non ti fischiano per strada e puoi camminare serena anche la sera.

E poi, sognavo di vivere ancora quella bellissima, adrenalinica sensazione, di essere da sola, dall’altra parte del mondo.

Perché è in viaggio da sola che mi scopro una persona più bella. Più aperta.

Sospendo il giudizio sulle diversità e mi limito ad osservarle e lasciarmi stupire da queste.

Meno giudicante e più riflessiva, cammino per le strade con un mezzo sorriso di gratitudine stampato in volto, pronto ad esplodere quando incrocio lo sguardo di qualcuno con la mia stessa voglia di sorridere.

Ti serve l’assicurazione viaggio per le tue prossime vacanze?

Scegli la polizza viaggio Heymondo e parti senza pensieri!

Quando andare in Corea del Sud

La Corea del Sud offre esperienze diverse in ogni stagione e può essere visitata tutto l’anno.

Tuttavia, dal punto di vista climatico le stagioni migliori per visitare il paese sono la Primavera e l’Autunno. La Primavera è ideale per ammirare i ciliegi in fiore (ad aprile) e partecipare a festival ed eventi all’aria aperta. Il clima è mite e poco piovoso.

L’estate invece è perfetta per godersi le spiagge ma può essere piuttosto piovosa. L’autunno offre paesaggi molto romantici con i colori autunnali e il foliage.

L’inverno, infine è ottimo per godersi il paesaggio innevato, però fa veramente molto freddo.

Io ci sono stata in viaggio da sola a metà maggio e ho trovato un clima ottimo, tra i 19 e 25 gradi, con pochissime piogge.

Statua Gangnam Style Seoul
La scultura che omaggia “Gangnam Style”, a Seoul, davanti al Coex Mall

La Corea del Sud è un paese sicuro?

Il paese mi ha dato l’impressione di essere estremamente sicuro, specialmente per una donna che viaggia da sola.

Prima di tutto, la gente è molto civile ed anche gentile, pronta sempre a darti una mano se ti vede turista in difficoltà. Ho percepito un grande rispetto per il prossimo e ricevuto sempre parole gentili e richieste di aiutarmi, soprattutto quando fissavo inebetita la mappa della metro 🙂

Non ho mai ricevuto un apprezzamento fuori luogo, mai uno sguardo indiscreto, nemmeno nelle aree meno frequentate. Ogni tanto qualche uomo di mezza età mi ha attaccato a parlare sui mezzi pubblici ma mosso più dalla curiosità di vedere una viaggiatrice sola che da un tentativo di approccio.

Inoltre, la polizia e i controlli sono frequenti, quindi è davvero difficile sentirsi in difficoltà.

Se volete fare un viaggio in Corea del sud da soli, vi consiglio comunque sempre di tenervi aggiornati sulla situazione nel paese ed eventuali rischi sul sito della Farnesina Viaggiare Sicuri.

Serve un visto per la Corea del Sud?

I cittadini italiani non hanno bisogno di un visto per soggiorni in Corea del Sud inferiori a 90 giorni. Per partire vi basteranno quindi il biglietto di ritorno e il passaporto con almeno 3 mesi residui di validità.

Dal 1 aprile 2023, e fino al 31 dicembre 2024, è sospeso l’obbligo del K-ETA, autorizzazione di viaggio elettronica per la Corea. 

Per restare aggiornati sulle normative (che possono variare), consultate sempre la scheda della Corea del Sud sul sito Viaggiare Sicuri.

Servono vaccini per la Corea del Sud?

Non ci sono vaccini specifici per un viaggio in Corea del Sud. Come per tutti i viaggi però è sempre bene consultare il proprio medico o il servizio ASL prima della partenza.

Il vaccino covid-19 non è più richiesto per l’ingresso né l’uso delle mascherine chirurgiche in luoghi pubblici (anche se molte persone continuano ad usarle, non è obbligatorio).

Assicurazione viaggio per la Corea del Sud

La situazione sanitaria è in generale molto buona nel Paese, con personale medico competente, soprattutto nelle principali città coreane.

Alcuni ospedali e cliniche, specialmente nelle grandi città, hanno personale medico e paramedico che parla inglese.

I costi di ricovero ospedaliero per i cittadini stranieri sono però molto elevati, quindi è consigliato stipulare una polizza assicurativa prima di recarsi nel paese. 

Io uso da anni l’assicurazione viaggio Heymondo, con la quale mi trovo molto bene. Nel caso di un viaggio in Corea le spese mediche sono coperte fino a 7 milioni di euro (opzione premium) e soprattutto si può contattare l’assistenza online direttamente dalla app gratuita, senza costose chiamate internazionali.

assicurazione viaggio annuale Heymondo

Per un viaggio in Corea del Sud di 10 giorni, andrete a spendere circa 31,58€ per la polizza tranquillità, 37,33€ per la copertura top e 49,66€ per la polizza premium.

assicurazione viaggio Corea del Sud

Solo per i miei lettori, inoltre, c’è uno sconto del 10% sul prezzo totale.

Le app essenziali per organizzare un viaggio in Corea del Sud da soli

Una delle prime cose da fare per organizzare un viaggio fai da te in Corea del sud, è scaricare alcune app che si riveleranno veramente essenziali durante il vostro tour.

Infatti, anche se l’inglese è parlato (specialmente nei luoghi turistici e dai giovani) ci sono comunque molte realtà dove le scritte sono in coreano o le persone non parlano inglese. In questo caso, la tecnologia vi sarà di grande aiuto.

Considerate inoltre che parliamo di un paese tra i più avanzati da questo punto di vista e dove il wifi gratuito si trova praticamente ovunque: dai supermercati alle stazioni, ai mezzi pubblici

Ecco alcune app che mi sono state estremamente utili durante il tour della Corea del Sud in 10 giorni:

Klook

App gratuita fondamentale per prenotare escursioni, transfer, treni veloci, SIM card e anche hotel a prezzi convenienti. Potrete pagare con carta di credito e mostrare poi il codice QR al momento dell’utilizzo del servizio.

Papago

Traduttore simultaneo che potrete usare con immagini, testo e anche voce. Molto comodo specialmente in situazioni come ristoranti con menu tutto in coreano.

PS: A volte i risultati non sono precisissimi, con un effetto esilarante!

Subway

App per utilizzare la metropolitana e orientarvi tra le sue tante linee e fermate.

Naver Map

Navigatore (essenziale!) che vi fornirà tutte le indicazioni dettagliate in inglese con tanto di orari per sposarvi in Corea del Sud, a piedi o con mezzi pubblici. Considerate infatti che Google Maps in Corea non funziona bene e soprattutto non vi darà le indicazioni per percorsi a piedi.

Currency converter

Applicazione fondamentale per convertire la valuta locale e capire il cambio won-euro.

Odii

Audioguida gratuita in inglese con informazioni sulle principali attrazioni turistiche della Corea.

Klook.com

Come arrivare in Corea del Sud

Il modo più semplice per raggiungere la Corea del sud dall’Italia è quello di prendere un volo per Seoul, la capitale del paese. Al momento ci sono voli diretti da Roma e da Milano con Korean Air (durata del volo circa 11 ore).

In alternativa, ci sono proposte di voli con scalo, per esempio negli Emirati Arabi con Qatar, Emirates o Etihad, la compagnia con la quale ho volato io.

Cerca qui le offerte di voli più convenienti per la Corea del Sud su Momondo

Da Seoul poi, potrete spostarvi nelle altre città in maniera molto agevole con voli interni, treni, bus, auto a noleggio o tour organizzati.

Donggung Palace and Wolji Pond
Il famoso Donggung Palace and Wolji Pond di Gyeongju

Ti serve un’auto a noleggio per il tuo viaggio?

Cerca tra le offerte più convenienti di centinaia di compagnie sul sito di Rentalcars.

Come arrivare dall’aeroporto di Seoul al centro città

Una volta atterrati a Seoul, raggiungere il centro città è facile e anche economico rispetto a tante altre città, perché ci sono diverse opzioni di mezzi pubblici da prendere.

Sull’app di Naver potrete consultare il percorso a seconda della vostra direzione. Potrete utilizzare bus e metro o una combinazione dei due.

Il modo più rapido però è prendere il treno veloce Arex che in 50 minuti vi porterà dall’aeroporto internazionale di Seoul Incheon alla stazione ferroviaria della città.

treno veloce arex aeroporto incheon stazione seoul
I ticket cartacei possono essere ritirati scannerizzando il codice QR alle biglietterie automatiche

Vi consiglio di comprare online il biglietto su Klook (costa circa 5 euro) e poi alle apposite macchinette ritirare il ticket cartaceo scannerizzando il QR code.

Una volta arrivati in stazione, potrete comprare la tessera dei trasporti e spostarvi nei vari distretti di Seoul con i mezzi pubblici.

Se invece siete molto stanchi o non avete voglia di troppi spostamenti, potete prenotare su Get your guide un transfer privato dall’aeroporto al vostro hotel.

Dove comprare la sim dati per usare internet in Corea del sud

Una cosa molto importante, specialmente quando si viaggia da soli, è poter essere in contatto con il resto del mondo e con amici e familiari. Anche se sarete distrutti dopo tante ore di volo, vi consiglio già in aeroporto di dotarvi di una sim card.

Ci sono diversi pacchetti, a seconda dei giorni di permanenza e con diversi prezzi, se volete solo dati o anche chiamate.

Per evitare code, prepagate la vostra sim comprandola su Get Your Guide e poi potrete ritirarla agli stand che si trovano in aeroporto agli arrivi.

Che valuta si usa in Corea del sud e dove cambiare i soldi

In Corea del Sud si usa il won sudcoreano. Al momento in cui scrivo (giugno 2023), 1 euro vale circa 1400 won.

Come nel caso della sim card, anche per il cambio valuta consiglio di farlo subito in aeroporto. Infatti, le carte di credito internazionali sono accettate ma non da tutti i circuiti, quindi avere contanti a disposizione è molto utile. Inoltre, le piccole attività potrebbero non accettare carte.

Vi consiglio di cambiare contanti in una delle banche che si trovano in aeroporto e che offrono un tasso di cambio più conveniente rispetto ai negozi che offrono lo stesso servizio.

Gamcheon Busan
Il colorato villaggio di Gamcheon, vicino Busan

Che presa elettrica si usa in Corea del Sud

Ottime notizie, perché se viaggiate in Corea del Sud non vi serviranno adattatori. La presa elettrica è la stessa italiana e il voltaggio 220, come da noi, quindi potrete tranquillamente usare e caricare i vostri dispositivi elettrici.

Come muoversi in Corea del Sud

La Corea del Sud è un paese estremamente organizzato, in tutti gli aspetti, tra i quali quello dei trasporti pubblici. Ho trovato commovente la puntualità di treni, metro e bus, oltre alla pulizia degli stessi e alla comodità di trovare wifi e prese elettriche ovunque.

In Corea del Sud potrete spostarvi in città con metro, bus, taxi, Uber e tour organizzati. Tra una località e l’altra invece potrete scegliere tra voli diretti, bus a lunga percorrenza, treni normali e treni veloci. Se avete dubbi, la vostra app Naver Map vi fornirà tutte le risposte.

tessera t-mobile corea
Una delle tessere ricaricabili T-Money per i trasporti pubblici.

Per utilizzare metro e bus potrete pagare con carta ai tornelli, in contanti, oppure, opzione più comoda, ricaricare la vostra carta dei trasporti alle macchinette o nei convenience store e passarla poi sia all’ingresso che all’uscita, in modo che il denaro della corsa vi sia scalato di volta in volta.

NB: Ho avuto problemi a comprare online i biglietti del treno da una città all’altra perchè le carte non coreane non erano accettate. Vi consiglio quindi di comprare i biglietti direttamente nelle stazioni ferroviarie.

Dove dormire in viaggio da soli in Corea del Sud

Quando si viaggia da soli, spesso per le sistemazioni in hotel si spende di più, in quanto il prezzo resta lo stesso di quanto sarebbe per due persone (dato che generalmenre le tariffe sono calcolate per camera doppia).

Io in passato dormivo in camerate in ostello quando viaggiavo da sola ma adesso ho bisogno di maggiore privacy per lavorare da remoto e non amo dover condividere il bagno.

dormire in casa hanok in corea
Una bella esperienza da provare è dormire in una tipica casa hanok coreana come questa: Hwangridangil Adamjeong

Un buon compromesso qualità prezzo è quello di prenotare camere private in ostelli, in modo da avere i prezzi, l’atmosfera giovane di quel tipo di struttura, la cucina, e allo stesso tempo la privacy di una camera privata.

Generalmente, nel caso di viaggi on the road come questo, preferisco prenotare giorno per giorno tramite Booking.com dove posso selezionare e confrontare hotel, guesthouse e appartamenti, leggere recensioni, vedere foto e premotare direttamente online.

Itinerario di 10 giorni in Corea del sud, le tappe principali da vedere

Veniamo adesso all’itinerario che vi consiglio per un tour in Corea del Sud di 10 giorni.

Cosa vedere in Corea del Sud, itinerario di 10 giorni

Essendo la mia prima volta, volevo vedere più possibile in modo da farmi un’idea della varietà del paese, eventualmente da riapprofondire in successivi viaggi.

Ho deciso così di visitare la capitale Seoul, vibrante e moderna metropoli da milioni di abitanti, per poi passare ad una città balneare, Busan, e chiudere infine con una città storica e patrimonio Unesco: Gyeongju.

Palazzo reale Gyeongbokgung di Seoul
Palazzo reale Gyeongbokgung di Seoul

Ecco come ho diviso il mio viaggio da sola in Corea del Sud:

Seoul: Arrivo e 3 giorni

Busan: 3 giorni

Gyeongju: 2 giorni

Seoul: 2 giorni e ripartenza

Per scoprire l’itinerario dettagliato e tutte le cose da vedere, leggete questo articolo!

Ti serve l’assicurazione viaggio per le tue prossime vacanze?

Scegli la polizza viaggio Heymondo e parti senza pensieri!


Se vi è piaciuto questo articolo, forse potrebbero interessarvi anche:

Cosa vedere in Corea del Sud, itinerario di 10 giorni

Come arrivare dall’aeroporto di Seoul al centro

Cosa vedere a Busan in 2 giorni

Cosa vedere a Gyeongju, l’antica capitale della Corea del Sud

Dove dormire a Seoul, i quartieri migliori dove alloggiare

9 cose insolite da fare a Seoul

Cosa mangiare in Corea del Sud, il cibo tipico coreano da non perdere

Quartieri di Tokyo, gli 11 distretti più famosi

Cosa vedere a Tokyo, 11 attrazioni da non perdere e informazioni utili

7 cose strane di Tokyo che forse non sapete


Per ricevere i miei consigli di viaggio, restare aggiornati sulle novità e i prossimi viaggi di gruppo e avere sconti e promozioni, iscrivetevi alla mia newsletter 🙂


Tranquilli, non vi intaserò la casella e-mail, vi arriverà una email ogni 1/2 mesi!


Accetto la Privacy Policy

 

Alcuni dei link presenti in questo sito web sono link di affiliazione. Questo significa che se clicchi sul link e acquisti il prodotto, io riceverò una piccola commissione di affiliazione. Indipendentemente da ciò, è mia intenzione raccomandare solo prodotti o servizi che uso regolarmente e che ritengo aggiungano valore ai miei lettori.