La Finlandia Centrale d’inverno è un bianco sogno di neve. Una regione piena di laghi, che con il freddo ghiacciano diventando delle enormi piste di pattinaggio.

Tutto intorno foreste di betulle, pini e abeti, le cui punte sono imbiancate durante la stagione più fredda dell’anno.

Ogni tanto, in mezzo alla bianca coltre che copre ogni cosa, spunta una casetta rossa dal tetto a punta. E ti chiedi come debba essere vivere in mezzo a quella pace, dove ogni rumore è ovattato e la natura così vicina da entrare quasi a fare parte di te.

Tour di 3 giorni in Finlandia Centrale

Il mio viaggio in Finlandia Centrale è iniziato il 17 gennaio, in pieno inverno. Sono stati 3 giorni pieni di attività all’aperto, saune, sport, relax e prime volte.

Avevo dimenticato quanto fosse importante, ogni tanto, prendersi il lusso di fare una cosa per la prima volta.

Siamo talmente abituati a fare cose ripetitive e a non stupirci più per nulla, che la semplice bellezza di una prima volta, quando la provi, ti fa sentire veramente vivo.

Come arrivare da Helsinki a Jyvaskyla

Dalla stazione di Helsinki ho preso il treno per Jyvaskyla, città universitaria che si trova nella regione die laghi, al centro della Finlandia.

La tratta è di 3 ore. Il treno puntuale, veloce e pulito. A bordo c’è un efficientissimo wifi gratuito.

Cosa vedere a Jyvaskyla d’inverno

Prima di arrivare a Jyvaskyla avevo letto che si trattava di una vivace cittadina universitaria, con un’alta qualità della vita, una di quelle dove molti finlandesi vorrebbero andare a vivere.

Arrivarci in inverno, di domenica, te ne dà tutta un’altra impressione.

Lo strato di neve così alto che senza le scarpe adatte non si riesce a camminare. La città completamente deserta, fata eccezione per una ragazza col cane e un coraggiosissimo corridore della domenica che faceva jogging in salita (sulla neve).

Per avere un’idea di come la città fosse nei tempi passati, fate un salto al Toyvola Old Court Yard. Qui ci sono ancora i vecchi edifici colorati, oggi adibiti a botteghe di arte e artigianato.

A Natale l’area ospita i mercatini di Natale.

In lontananza, l’anello di pattinaggio sul lago ghiacciato. Mi sembrava di essere in un libro di fiabe, di quelli antichi che appartenevano ai nostri genitori.

A Jyvaskyla è molto importante l’influenza di Aalvar Alto, l’architetto forse più famoso della Finlandia. Sua la costruzione del grande campus universitario e perfino del proprio museo.

Qui potrete vedere alcuni oggetti di design di uso quotidiano (sedie, vasi, letti) da lui architettati. Vi consiglio un giro al museo, c’è una guida veramente fuori dal comune…

Per avere una visione d’insieme della città dall’alto, salite fino all’ultimo piano del museo di storia naturale. L’ingresso è gratuito.

La quiete della foresta innevata di notte

Il bello della Finlandia Centrale d’inverno, è che si possono fare tantissime attività all’aria aperta. E non importa se le giornate durano poco (il sole tramonta tra le 15 e le 16 nei mesi invernali).

Alcune cose infatti possono essere perfino più affascinanti con il buio. È il caso delle foreste innevate della Finlandia Centrale.

Vi giuro che poche volte ho sentito un silenzio così profondo…

La foresta la puoi percorrere a piedi con delle lanterne, in motoslitta, sulla slitta con gli huskyes oppure indossando le ciaspole. Io ho provato tutte queste cose in una sola sera grazie al Varjola Holiday Center.

E alla fine, sempre in motoslitta, si raggiunge l’immancabile sauna, dove concludere la giornata in relax.

Sciare a Laajis

Non sono una grande sciatrice. Posso dire anzi di aver sciato al massimo 5 volte nella mia vita. Però mi diverte sempre provare cose nuove. E durante il mio viaggio in Finlandia ho provato lo sci di fondo.

In Finlandia Centrale, allo ski resort Laajis, potete noleggiare sci, snowboard, slittino e divertirvi tutto il giorno sugli impianti.

Dormire in un cottage in mezzo al bosco

Mi ero già invaghita dei cottage finlandesi lo scorso luglio, durante il mio viaggio alle isole Aland. Al tempo intorno era tutto verde e il sole non tramontava mai.

Adesso, invece, trovarsi a dormire in un cottage di legno circondati dal bianco della neve, è stata un’emozione del tutto diversa. E sicuramente indimenticabile.

All’Holiday Center Revontuli, bellissimo resort situato praticamente tra i laghi, è possibile dormire in uno dei tipici cottage. Appena sono entrata nel mio, mi veniva da piangere da quanto era bello…

Incontrare alci e renne a Jamsa

Per noi italiani, incontrare un alce non è cosa da tutti i giorni. Io per esempio credevo che gli alci fossero molto più piccoli.

E invece, arrivata al Moose Manor, a Jamsa, mi sono trovata di fronte questi giganti beige dal muso morbidissimo, le ciglia da paperina e lo sguardo di una dolcezza infinita. Alti quanto o forse più di un cavallo.

In questa riserva gli alci sono protetti e studiati. E così anche le renne, che si trovano in un’area separata.

Pattinare sul lago ghiacciato a Himos

Ho sempre pensato che pattinare su un lago ghiacciato fosse molto pericoloso.

In realtà mi hanno spiegato che quando il ghiaccio ha uno spessore di oltre un tot di centimetri, può essere percorso addirittura dalla auto, quindi senza problemi dalle persone.

E con questa certezza (speriamo reale) in tasca, ho provato anche a pattinare sul lago ghiacciato a Himos, nei pressi dell’omonimo impianto sciistico.

Ho raggiunto il lago in quad sulla neve (altra esperienza divertentissima) e poi ho provato a pattinare con pattini dalla lama lunghissima sulla circolare pista da pattinaggio sul lago.

E il monopattino da neve, lo avete mai provato? Io non sapevo neanche esistesse. Basta darsi un po’ di spinta con il piede posteriore, e si parte!

Ecco come fanno i finlandesi a tenersi così in forma…

Continuate a leggere qui se volete scoprire tutte le attività più pazze e divertenti che ho provato in Finlandia Centrale.