Sognavamo di andare a vivere a Roma e diventare attrici, io e Flavia.

Lei, dolce, romantica e sognatrice, con un sorriso irresistibile.

Flavia e io siamo state compagne di scuola e grandi amiche dalle elementari alle medie, a Napoli. Abitavamo vicino e passavamo insieme anche tanti pomeriggi.

Ci ha sempre legato quella voglia di evadere e la capacità di sognare al di fuori dei soliti schemi. E un amore smisurato per tutti gli animali. Poi le strade si sono divise e così sono anni che non ci vediamo più.

Ricordo che Flavia, che io chiamavo dolcemente “Pingu” (come il cartone animato che ha come protagonisti una famiglia di pinguini), scriveva dei temi bellissimi e mai scontati già a 10 anni;  in italiano prendeva sempre voti alti.

Flavia ci racconta Parigi nel suo blog Vivere Parigi

Qualche mese fa scorrevo come sempre le mie news feed su Twitter  e mi è apparso un link ad una pagina che parlava di Parigi.

Non ricordo di cosa trattasse esattamente il link ma il titolo mi ha incuriosito e sono andata a dare un occhio al sito collegato. Scorrendo le sezioni del blog ho scoperto che l’autrice era una tale Flavia Racconto.

Il blog è un interessantissimo e originale diario con tanti consigli insoliti e originali sulle cose da fare a Parigi, dati da lei che la città francese la vive sulla propria pelle da tanti anni. Non avevo dubbi che Flavia potesse realizzare una cosa così bella e al tempo stessa diversa dalle solite cose che siamo abituati a leggere.

Da lì ci siamo risentite e non ho potuto resistere a farle qualche domanda sul suo blog:

  • Ci siamo lasciate che volevi fare l’attrice e ti ritrovo a scrivere un blog: Vivere Parigi. Cosa è successo in questi anni e come ti è venuta l’idea del blog?

L’idea parte da un’idea sempre molto romantica se vogliamo! Ogni giorno camminavo per le bellissime strade di Parigi, spesso anche sola mi sono ritrovata a testare locali, ristoranti e le novità che la città offriva e dopo aver visto un annuncio sulla piattaforma Zingarate mi son detta “è questo quello che voglio fare, trasmettere il mio amore per Parigi” e così sono diventata la loro blogger ufficiale!

  • Sappiamo tutti che il web è pieno di blog e farsi conoscere non è affatto facile. Tu come hai fatto a far conoscere “Vivere Parigi” in rete?

In effetti in questo mondo non è facile farsi strada, ci sono tantissimi siti che parlano di Parigi che è una meta molto amata dagli italiani. La prima cosa è stata creare una fan page che gestisco personalmente, non è facile avere sempre idee e creare post accattivanti ma grazie anche all’aiuto di Twitter e i suoi hashtag in poco tempo si è “sparsa la voce” e oggi sono vicina ai 5000!

  • Di cosa parli nel tuo blog e di cosa invece hai scelto di non scrivere?

Sono contenta di questa domanda perché, non volendo essere assolutamente presuntuosa, nel mio blog cerco di non scrivere quello che è stato detto e ridetto su Parigi, la forza se così possiamo dire del mio blog è il voler raccontare la Parigi dei parigini e non le cose che farebbe un turista guardando le guide, che comunque restano utilissime sia chiaro!

  • Questa te l’avranno fatta in tanti ma conoscendoti come “romanticona” ti chiedo cos’ è la cosa che ami di più di Parigi.

Di Parigi amo tutto, anche certi clichés come l’odore dei pains aux chocolat al mattino, amo la sua vasta programmazione culturale, c’è sempre qualcosa da fare a Paris! Anche dal punto di vista gastronomico e passeggiare lungo la Senna non ha prezzo… Amo soprattutto il fatto che più ci vivo più me ne innamoro come si dice “je l’ai dans la peau” fa parte di me!.

  • Come sei arrivata a Parigi e cosa fai in una giornata tipo nella città francese?

Sono arrivata a Parigi perché (oltre fare l’attrice come desideravamo) l’ho sempre sentita come la “mia” città, non tolgo nulla a Napoli e anche se fa ridere mi sono sempre sentita più parigina anche da piccola quando non l’avevo visitata..sarà perché la mia tata mi faceva leggere in francese?! Una giornata tipo inizia con una bella passeggiata nel Marais , il quartiere più cool, poi scrivo in uno dei tanti café parisiens , scappa quando si può lo shopping nei tanti negozi vintage ma l’importante per me è passeggiare per scoprire angoli nascosti che però poi rivelo sul blog!

  • Se dovessi convincere qualcuno a venire a vivere a Parigi, cosa gli diresti?

Questa invece è una domanda difficile perché in questi anni ho constatato una cosa ci sono quelli che amano Parigi o quello che la odiano. Nessuna sfumatura. Chi viene a Parigi deve sapere che a livello burocratico funziona tutto molto bene  quindi fateci un pensierino!

  • Se avessi soldi infiniti e la possibilità di trasferirti in un’altra città, quale sceglieresti?

La prima risposta sarebbe NY, mi piacerebbe davvero vivere per un po’in una città così diversa da Parigi ma ripensandoci c’è un’altra città che mi ha colpito e dove mi piacerebbe vivere: Madrid davvero bellissima.

  • Raccontaci 5 cose al di là dei soliti itinerari che un viaggiatore dovrebbe vedere a Parigi.

Allora per i romantici come me consiglio il Temple de la Sibylle nel  Parc des Buttes-Chaumont,andare a fare una passeggiata nel quartiere della Mouzaïa nel 19ème arrondissement, noleggiare una barchetta per navigare nei bellissimi canal St Martin o de l’Ourcq, in stile NY andare a bere qualcosa a Le Perchoir con un rooftop da paura e per finire in bellezza guardare Parigi da una mongolfiera al parc André-Citroën.

  • Meglio la cucina italiana o la francese? (Stai attenta che i nostri lettori sono soprattutto italiani :)

La risposta la conoscete tutti! Si può girare il mondo, viaggiare e scoprire nuovi cibi ma “italians do it better” su questo non c’è dubbio.

  • Qual è il tuo piatto preferito della cucina francese?

Non c’è un vero e proprio piatto ma quelle che vengono chiamate le “viennoseries” ovvero il pain au chocolat, les chouquettes,pain aux raisins…potete vedere anche delle dolci foto al mattino sulla fan page.

  • Per concludere ti chiedo una cosa che tutti gli italiani si domandano. E’ vero che i francesi sono proprio antipatici, secondo te? 🙂

Ecco approfitto della tua intervista per smentire questo cliché! I francesi non sono antipatici e raramente ho trovato dei francesi antipatici o che non mi abbiano aiutata…che dite sono stata fortunata? 😉

Se volete scoprire anche voi tante curiosità su Parigi o se, meglio ancora, state programmando di andarci, fate un salto su: http://blog.zingarate.com/parigi/