I miei rimedi per superare la paura di volare in aereo

Non vi mentirò, volare non mi piace.

Mi è necessario, per la mia voglia irrefrenabile di andare in posti dall’altra parte del mondo, ma sinceramente non amo affatto l’idea che i miei piedi siano distanti chilometri e chilometri dalla terra.

Eppure, l’ho fatto centinaia di volte e continuerò a farlo spero per tutta la vita.

In particolare, mi dà un po’ fastidio il momento del decollo quando l’aereo prende una velocità assurda e mi irritano le turbolenze. Quelli sono i momenti in cui mi iniziano a sudare le mani e mi mangio le unghie.

Ecco, vi ho svelato uno dei miei segreti.


Preferisco solitamente i voli di lunga tratta perché dopo un po’ mi abituo all’idea e ho tempo per fare un sacco di cose che mi piacciono senza che nessuno mi disturbi o che mi suoni il telefono.

Comunque, sento in giro che tantissime hanno paura di volare. È un timore irrazionale ma esiste e interessa una buona parte dei viaggiatori.

Oggi proverò a darvi qualche consiglio, testato su di me per superare la paura di volare.

Magari funzionerà anche per voi e vi aiuterà a volare un po’ più sereni 😊

E se vi fa sentire meglio, pensate che anche io tante volte mi trovo nella vostra stessa situazione, eppure continuo a viaggiare.

Ascoltare la playlist musicale preferita

La prima cosa che faccio dopo aver sistemato il bagaglio a mano, è mettermi le cuffie e ascoltare la mia musica preferita sul telefono.

Mi rilassa molto e mi fa sentire subito in vacanza.

La musica copre inoltre i rumori dell’aereo e gli eventuali pianti e urla dei bambini in volo

Durante le turbolenze pensare di essere sulle montagne russe

Odio le turbolenze ma so che sono un fenomeno normalissimo e non sono assolutamente pericolose nella stragrande maggioranza dei casi.

Quando si verificano, allaccio le cinture, chiudo gli occhi e penso di essere sulle montagne russe. In un paio di casi ha funzionato così bene che non mi davano più fastidio. La forza della mente…

Leggere un libro allegro

Se siamo distratti a fare qualcosa, ci accorgiamo meno degli eventi che ci fanno paura.

Quando sono in volo io scelgo solo libri dal contenuto allegro o manuali per imparare qualcosa.

No a libri drammatici e struggenti che mi potrebbero agitare e far venire brutti pensieri, ma solo cose positive.

Scaricare app per monitorare il volo

Sul vostro telefonino, che potrete usare attivato in modalità aereo, potete scaricare delle app che vi permettono di monitorare il volo e perfino di prevedere eventuali turbolenze.

Non cambierà molto, ma l’idea di avere la situazione sotto controllo per qualcuno può essere rassicurante. Per me, per esempio, lo è. Io ho scaricato l’app Sky Guru.

Studiare l’itinerario di viaggio

Il volo è il momento in cui mi sale tutta la gioia della vacanza che sto per fare. Il viaggio inizia col volo aereo.

È quello il momento in cui studio per bene la meta, l’itinerario e decido cosa vedere e cosa fare.

Soprattutto nei viaggi di lunga tratta, ho il tempo e la concentrazione necessaria per farlo e inoltre mi distoglie la mente dalla paura di volare.

Guardare la serie tv preferita

Anche se amo i film del terrore o quelli introspettivi e tragici, in volo scelgo solo serie tv o film comici.

Un classico per me è guardare tutte le puntate dei Griffin disponibili sulla tv di bordo.

Se invece non c’è lo schermo in aereo, scarico sul cellulare film e telefilm da Netflix in modo da poterli poi guardare offline in volo.

Organizzare le ore di volo

Una volta passato il nervosismo del decollo, comincio a essere abbastanza euforica e soprattutto durante i voli lunghi, mi piace l’idea di non sprecare le ore di volo ma organizzare il mio tempo.

Comincio quindi mentalmente a farmi un programma di volo: scrivere un articolo, mangiare, fare le parole crociate, guardare un film, usare i giochi di bordo per imparare le lingue.

In questo modo il tempo passa più veloce e non mi sembra di aver buttato ore e ore.

Dormire poco la notte prima

Non so voi ma io prima di un viaggio, faccio fatica a dormire dalla felicità.

Arrivo così in aeroporto spesso con pochissime ore di sonno.

Questo può essere un bene, perché una volta salita in aereo, ho più possibilità di riuscire a dormire in volo e arrivare riposata alla meta.

Immaginare di essere in treno o in auto

Ricordo di aver letto anni fa che l’aereo vola talmente veloce che l’aria sottostante risulta praticamente dura come una strada.

Ora, perdonatemi l’imprecisione nel riportare questa notizia, ma rende l’idea.

In particolare, quando il volo è particolarmente tranquillo e poco turbolento, io a volte mi dimentico di essere in aria penso di trovarmi in treno o in auto.

Seguire un corso contro la paura di volare

Se proprio non riuscite ad affrontare bene il volo e quando viaggiate in aereo avete l’ansia, forse è il caso di provare con un corso per vincere la paura di volare.

Sapranno sicuramente darvi delle informazioni e dei consigli utili.

Pensare che l’aereo è il mezzo di trasporto più sicuro

Lo so, difficile pensare alle statistiche quando si è sospesi nell’aria a centinaia di chilometri, però viaggiare in aereo è il modo di spostarsi più sicuro e con meno incidenti rispetto al numero di voli effettuati ogni anno.

Quindi, se quando viaggiate in auto, siete tranquilli, non vedo perché non esserlo anche quando prendete l’aereo.


E voi, quali rimedi contro la paura di volare utilizzate?