7 consigli molto “gipsy” e un po’ surreali per preparare il bagaglio per le compagnie low cost.

Rispettare il peso e le dimensioni massime del bagaglio, portando allo stesso tempo tutto quello che ci serve.

Bagaglio per le compagnie low cost senza rinunce

Quante volte vi è capitato di dover rinunciare al vostro maglione preferito perché non entrava in valigia?

A me tantissime volte. Come avrete visto dai miei viaggi sono una grande utilizzatrice dei voli low cost.

E come tale so bene quanti controlli ci siano su dimensioni e peso del bagaglio.


Durante il mio viaggio a Porto con Easyjet ho rotto ben due valigie (una all’andata e una al ritorno) nel tentativo di farle entrare nell’apposito “misuratore”.

A Ibiza ho dovuto lasciare a terra un apribottiglie che mi piaceva molto, perché non ammesso nel bagaglio a mano.

E in tanti altri viaggio ho dovuto rinunciare a oggetti per me estremamente utili: piastra per i boccoli, 5 paia di costumi, scarpe con i tacchi alti, computer, libri e chi più ne ha più ne metta.

Ed è per questo che in occasione del mio ultimo viaggio da sola a Lanzarote, mi sono ingegnata per riuscire a portare in un volo low cost quante più cose potessi. Tutto questo nonostante la mia valigia di dimensioni ridottissime

Ecco allora i miei consigli “alla buona” per preparare la valigia per le compagnie low cost.

Forse vi faranno sorridere, ma a me sono stati molto utili 🙂

1 Imbarcarsi per ultimi

La prima volta lo ho scoperto per caso. Quando i voli low cost sono pieni, agli ultimi passeggeri ad imbarcarsi viene data la possibilità di imbarcare gratuitamente il bagaglio in stiva.

Questo succede perché in cabina non c’è più posto per le valigie.

A quel punto vi chiederanno di consegnare la valigia e portare con voi oggetti personali e computer.

In questo modo potrete disporre di un secondo bagaglio da tenere con voi durante il volo.

Questo è utile nel caso di compagnie low cost che in cabina ammettono rigorosamente un solo bagaglio a persona.

E allo stesso tempo non importeranno più le dimensioni della valigia, che tanto andrà a finire in stiva.

Unica cosa: non svelate il trucchetto agli assistenti di volo 😉

2 Avere una tasca della giacca bucata

Questa può sembrare buffa e anche in questo caso è stata una scoperta casuale. Che poteva succedere solo a me 🙂

Se la vostra giacca ha una tasca bucata, all’interno potrete inserire accessori che in valigia non entrano.

Io ci ho messo portafogli, trucchi, chiavi e guida di viaggio 🙂

3 Partire con scarpe da buttare

Questo è un trucco che uso spesso, soprattutto quando ho pochissimo spazio in valigia e molta intenzione di fare shopping in viaggio.

Parto con delle scarpe che avrei intenzione di buttare, in modo che al ritorno non mi occuperanno spazio in valigia. E questo spazio sarà occupato da nuovi vestiti, scarpe o accessori.

Interessante, no?

4 Lavare la biancheria intima

Partite con pochi capi di intimo e il detersivo per il bucato in una boccetta piccolina.

In questo modo potrete lavare l’intimo la sera ed evitare di portare decine di calzini in valigia con voi.

5 Arrotolare i vestiti

Lo sapete che se arrotolate i vestiti riuscite a risparmiare dello spazio in valigia?

6 Accessori nelle scarpe

Se la vostra valigia è sul punto di scoppiare ma vi serve ancora spazio per dei piccoli accessori, provate a metterli nelle scarpe.

Un buon modo per risparmiare spazio.

7 Vestirsi con molti strati

Questo è un po’ l’ABC del viaggiatore che usa le compagnie aeree low cost.

Se volete portare con voi molti capi, ma in valigia non entrano, provate ad indossarli.

Certo, è un’opzione più facile da realizzare in inverno…

Credo la metterò in atto per il mio prossimo viaggio di gennaio in Finlandia.


E voi, quali stratagemmi utilizzate per preparare il bagaglio per le compagnie low cost?