Se ti piace questo articolo condividilo con i tuoi amici:
Diana Bancale, autrice del blog

Giornalista e travel blogger dal 2014. Napoletana di nascita ma attualmente alle Canarie.
Viaggio tanto, spesso sola, amo il mare, i sorrisi, gli animali e la pizza. Ho lasciato il lavoro per viaggiare e da allora il mio lavoro è viaggiare e creare contenuti di viaggio sul mio blog e sui social media.


Tra le principali tappe da vedere in Slovenia in 5 giorni consiglio la cittadina di Lasko, con le sue terme e la sua natura, la vivace Celje, Bled, con il famoso lago e la zona di Capodistria, tra vigneti, natura e ottima gastronomia.

In Slovenia ci sono tutti gli ingredienti per passare qualche giorno di totale detox dalla quotidianità e dallo stress e devo dire che alla fine del viaggio sono tornata a casa rilassata come poche volte mi succede  🙂

Scoprite in questo articolo un itinerario da fare in 5 giorni in Slovenia!

Ti serve l’assicurazione viaggio per le tue prossime vacanze?

Scegli la polizza viaggio Heymondo e parti senza pensieri!

Assicurazione viaggio per la Slovenia

Prima di partire per la Slovenia (così come per tutti gli altri paesi extra europei) consiglio di comprare una buona assicurazione viaggio. Infatti, nonostante siamo in Europa e diverse spese mediche siano coperte dalla tessera sanitaria europea, alcune altre potrebbero essere escluse ed avere costi extra.

Leggi anche: A cosa serve l’assicurazione viaggio per l’Europa e cosa comprende?

Inoltre, un’assicurazione viaggio come quella di Heymondo che uso io, per esempio, include una serie di altre protezioni come la protezione in caso di perdita o furto del bagaglio, la responsabilità civile e la copertura annullamento nel caso in cui non si possa più partire.

FORMULA QUI UN PREVENTIVO CON IL 10% DI SCONTO

Come arrivare in Slovenia dall’Italia

Il modo più comodo per arrivare in Slovenia dall’Italia è sicuramente l’auto, dato che i due paesi sono confinanti. Il comune di Capodistria (Koper) dista per esempio solo 25km da Trieste, che possono essere percorsi in 30 minuti di guida più o meno.

Potreste arrivare in Slovenia anche in bus o in treno. Sicuramente però per visitare il paese l’auto è il mezzo più comodo e che assicura maggiore autonomia.

NOLEGGIA QUI UN AUTO IN SLOVENIA

Vignetta in Slovenia

Per poter circolare sulle autostrade slovene c’è bisogno del pagamento di un pedaggio, che qui si chiama vignetta (vinjeta).

A differenza di come accade in Italia, qui non si paga a seconda delle tratte al casello ma c’è un prezzo fisso. Si paga quindi una sola volta (il prezzo varia a seconda della durata della validità della vignetta) e si possono usare le autostrade senza limiti.

La vignetta elettronica slovena può essere comprata sul sito ufficiale qui: https://evinjeta.dars.si/

oppure nei punti vendita autorizzati. Ogni vignetta è associata ad un numero di targa.

La durata della vignetta può essere: settimanale, mensile o annuale (da scegliere in base alla durata del vostro viaggio in Slovenia).

Slovenia in 5 giorni: le tappe principali

Ecco le tappe del mio itinerario in Slovenia in 5 giorni tra terme, enogastronomia e natura per una vacanza rigenerante all’insegna del benessere.

Lasko

La prima tappa che consiglio di vedere in Slovenia è la cittadina di Lasko, una delle destinazioni più sostenibili della Slovenia. Per arrivarci in auto ci vogliono circa 2 ore da Trieste (variabili a seconda del traffico).

La città è famosa per essere un centro termale dalle virtù molto apprezzate ed è particolarmente amata da chi pratica attività outdoor. Sorge infatti accanto al fiume Savinja ed è circondata da montagne e boschi, dove ci sono diversi percorsi ciclabili e di trekking.

cosa vedere a Lasko Slovenia

Hotel con terme Thermana Lasko

Se cercate un bell’hotel con terme in Slovenia (molto adatto anche se viaggiate con bambini) consiglio il grande complesso Thermana Lasko, situato proprio lungo le sponde del fiume (le camere hanno una vista stupenda!).

TIP: Al bar del Thermana Lasko vi consiglio di fare una merenda con la Laska Medenka, torta tipica con noci, panna calda e miele, accompagnata da una rinfrescante limonata con miele e menta.

Il complesso dove oggi sorge l’hotel risale al 1844, quando una volta scoperte le sorgenti termali, fu costruita la più grande piscina termale del tempo.

La struttura ha anche un centro ayurveda dove vengono organizzati diversi programmi di retreat e wellness.

Il complesso termale del Thermana Lasko

Il fiore all’occhiello di quest’hotel è senza dubbio l’enorme centro termale: 2200 mq di piscine coperte da una cupola, dove ci sono diversi tipi di piscine interne riscaldate, jacuzzi, scivoli acquatici, piscina con le onde e una piscina riscaldata esterna. Di notte il centro si illumina e diventa particolarmente affascinante.

Inoltre, il complesso termale del Thermana Lasko ha un’ampia zona sauna (con tanti tipi differenti di saune e bagni turchi) dove i clienti dell’hotel possono accedere.

Vi avviso però, perché in Italia non siamo troppo abituati: qui la sauna si fa nudi, quindi niente costume da bagno ma al massimo potete coprirvi con un asciugamano.

PRENOTA QUI UNA CAMERA AL THERMANA LASKO

I ristoranti del Thermana Lasko

Per chi cerca una vacanza comoda senza pensieri, il Thermana Lasko mette a disposizione due ristoranti: uno a buffet (disponibile in opzioni di mezza pensione e pensione completa) e uno a là carte. Io ho provato quello a là carte che prepara ricette a base di prodotti tipici locali, e lo ho trovato molto buono.

LEGGI ANCHE: COSA MANGIARE IN SLOVENIA, 26 PIATTI TIPICI DA PROVARE

ristorante Thermana Lasko

La colazione, ha un buffet variato (con piatti tipici, salato e dolci), per iniziare al meglio la giornata.

GUARDA QUI FOTO E RECENSIONI DEL THERMANA LASKO

Cosa fare a Lasko

Con una passeggiata di circa 10 minuti costeggiando il fiume, si raggiunge il piccolo centro di Lasko, che si trova in una valle. Molto tranquillo, con un’atmosfera remota un po’ fuori dal tempo e le casette tipiche di questa zona. Qui, fate un salto al centro di informazioni turistiche per avere qualche dritta e per comprare se volete prodotti tipici come miele, grappe, birra o oggetti di artigianato.

Lasko è inoltre la sede del famoso birrificio omonimo, attivo dal 1825, quindi non potete mancare di provare la tipica birra, che pare sia particolarmente buona grazie alle sorgenti d’acqua della zona.

A Lasko c’è un piccolo museo che racconta la storia della cittadina, dai tempi antichi a quelli più moderni, passando per la storia del birrificio. Fateci un giro ma con una guida perché le insegne del museo sono solo in sloveno per ora.

Ti serve un’auto a noleggio per il tuo viaggio?

Cerca tra le offerte più convenienti di centinaia di compagnie sul sito di Rentalcars.

Pranzo nel centro di Celje

Dopo una mattinata a Lasko, vi consiglio di spostarvi verso Celje, terza città slovena per numero di abitanti, dove arriverete in circa 20 minuti.

Qui, dopo una passeggiata per le strade del centro, fermatevi a pranzo da Lalu, bistrot che prepara piatti mediterranei in chiave gourmet e che si trova proprio in centro città.

Fatevi consigliare gli abbinamenti dei piatti con gli ottimi vini sloveni della cantina.

settimana dei ristoranti  Slovenia

Rimske Terme – Rimske Toplice

Dopo un viaggio di altri 25 minuti, arriverete invece alle Rimske Terme, dove vi consiglio di passare la notte. Siamo a Rimske Toplice, letteralmente in mezzo ai boschi e questa è un’altra delle strutture termali per me più belle della Slovenia.

L’hotel Rimske terme è un 4 stelle superior, curato nei dettagli e con camere ampie con terrazza che da sulla vallata. Ha un ristorante à la carte, uno per la colazione, palestra e un grande centro termale dove si trovano le terme costruite in stile romano.

Il ristorante a là carte offre piatti molto ricercati e curati, con ricette mediterranee originali e molto buone.

PRENOTA QUI UNA CAMERA AL RIMSKE TERME HOTEL

Le terme romane di Rimske Terme

Per viverle al meglio vi consiglio di andarci quando cala il sole e le vasche vengono illuminate.

Il complesso è composto da una grande piscina riscaldata circondata da colonne con varie finestre che si affacciano sulla vasca stessa e sui davanzali dei quali ci si può stendere a rilassarsi. Al piano superiore ci sono altre finestre con vista piscina e più piccole vasche jacuzzi.

La grande piscina termale è inoltre collegata da un varco alla piscina esterna, dove quando fuori fa freddo, è particolarmente suggestivo stare a riscaldarsi.

Separatamente c’è una grande area dedicata a vari tipi di saune e bagni turchi, dove si accede senza costume.

Questo complesso è particolarmente adatto a coppie, gruppi oppure anche viaggiatori solitari che vogliono prendersi qualche giorno di totale relax in mezzo alla natura.

PRENOTA QUI UNA CAMERA AL RIMSKE TERME HOTEL

La Royal Breakfast del Rimske Terme

Se siete al Rimske Terme per un soggiorno speciale o un evento, vi consiglio di regalarvi (o regalare) la Royal Breakfast) che potrete scegliere in alternativa alla classica colazione (che comunque è a buffet e ha un’ampia scelta).

La Royal Breakfast prevede un menu a la carte con diverse portate (uova in varie ricette, dolci, yogurt, salumi e formaggi) accompagnati da tè, caffè, succhi di frutta o anche bollicine, a vostra scelta.

PRENOTA QUI UNA CAMERA AL RIMSKE TERME HOTEL

Lago di Bled

Dopo il rilassante soggiorno al Rimske Terme, è il momento di partire per il Lago di Bled, una delle attrazioni più famose da vedere in Slovenia. Io ci sono stata varie volte negli anni e in diverse stagioni ma ci torno sempre volentieri.

Lago di Bled cosa vedere

Questa volta, a fine marzo, il tempo era un po’ freddino e nebbioso quindi i colori del lago erano meno d’impatto. Comunque, anche l’atmosfera un po’ cupa, quasi da lago del film horror, ha il suo perché.

Ti serve l’assicurazione viaggio per le tue prossime vacanze?

Scegli la polizza viaggio Heymondo e parti senza pensieri!

Cosa fare al Lago di Bled

Cosa fare assolutamente sul lago di Bled? Prima cosa: a bordo delle tipiche imbarcazioni raggiungere l’isoletta naturale in mezzo al lago. Qui, entrate in chiesa e suonate la campana (3 volte, per avere buona fortuna, si dice). Non so se sia un caso ma sia a me che alle persone che erano in viaggio con me in quei giorni sono arrivate buone notizie.

Poi, salite le scale fino alla cima del campanile e infine fermatevi nella pasticceria (l’unica) per un tè accompagnato dai tipici ciambelloni dolci (preparati in diverse ricette) che fanno solo lì.

Una volta tornati sulla sponda principale, dovete provare quello che per me è uno dei dolci più buoni mai assaggiati: la torta di Bled.

tipica torta di Bled

Fatta con pasta millefoglie, panna e crema, il posto più autentico dove provarla è la pasticceria dell’hotel Park, il cafè Park, che è anche un buon posto dove fermarsi per un pranzo vista lago prima di continuare il tour della Slovenia.

Infine, da non perdere una visita al panoramico castello di Bled, dal quale si può ammirare tutto il lago con le montagne circostanti!

Dove dormire vicino al Lago di Bled

Per dormire nella zona del Lago di Bled, ci sono diverse opzioni.

Vi consiglio l’Hotel Park, 4 stelle sulle sponde del lago, con camere panoramiche, piscina termale con vista lago e rilassanti saune con vista.

PRENOTA QUI UNA CAMERA ALL’HOTEL PARK

In alternativa, per un comfort ancora maggiore, potete provare l’Hotel Rikli Balance, totalmente dedicato al benessere, con una vista meravigliosa, il più grande centro termale del Lago di Bled e un raffinato centro benessere dove provare una vasta gamma di trattamenti speciali e massaggi.

PRENOTA QUI UNA CAMERA ALL’HOTEL RIKLI BALANCE

Capodistria

Dopo il Lago di Bled, consiglio di proseguire l’itinerario di 5 giorni in Slovenia avvicinandosi di nuovo all’Italia, quindi proseguendo nella zona di Capodistria, nell’Istria slovena.

A prima vista le campagne intorno mi hanno ricordato un po’ la Toscana con le sue colline e i vigneti, gli agriturismi e le case di campagna.

Dove dormire vicino Capodistria

Cambiando completamente tipologia di alloggio, vi consiglio di alloggiare in una struttura tipica, di quelle in pietra rinnovate che si trovano nella zona.

Stok è una di queste, all’esterno rustica e all’interno curata nel dettaglio e rinnovata. Qui, oltre alle belle camere, potrete assaggiare il vino 100% naturale (e fatto letteralmente a mano) prodotto dalla casa.

dove dormire vicino Capodistria

Fatevi organizzare una degustazione di Refosco, Malvasia e Moscato, accompagnati da salumi e formaggi della zona!

GUARDA QUI FOTO E RECENSIONI DI STOK, ROOMS AND RESTAURANT

Fontana del vino

Dato che siamo in una zona famosa per i suoi vigneti, non stupisce che qui si trovi la prima e ad oggi unica fontana di vino della Slovenia, costruita nel 2018.

Siamo a Merzige, a circa 10 km da Capodistria. Con una vista bellissima sulle vigne e sul golfo di Capodistria, questa fontana funziona con dei token, che possono essere comprati proprio lì. 3 token, 3 degustazioni (non assaggi ma bicchieri ben pieni) più un calice da vino in vetro che potrete tenere come ricordo, il tutto a 13 euro.

Inoltre, proprio accanto alla fontana si trovano due grandi sculture a forma di bicchieri da vino che sono nel guinness dei primati come i più grandi bicchieri di legno al mondo!

Wine paradise

Se come me siete amanti del vino e l’idea di dormire tra le vigne (e giusto accanto alla fontana del vino) vi entusiasma, proprio là si trova il glamping dal suggestivo nome “Wine Paradise”.

I bungalow sono 10, tutti con vista sui vigneti e sul golfo, con bagno privato. La suite, che può accogliere fino a 6 persone, ha anche una jacuzzi esterna.

Wine Paradise Marezige

Inoltre, c’è una piscina accessibile a tutti i clienti della struttura.

PRENOTA QUI UN BUNGALOW AL WINE PARADISE

Altre strutture dove dormire vicino Capodistria

Vila Robida, Crni Kal

Un bel boutique hotel a gestione familiare ricavato da una antica casa in pietra con camere disposte intorno ad una piscina centrale. Particolarmente adatto a sportivi e ciclisti (ha anche una camera specifica per le attrezzature sportive), stanze di diverse dimensioni e appartamenti con cucina.

boutique hotel Vila Robida Istria Slovenia

Inoltre, per un’occasione speciale vi consiglio di provare la spa room con sauna, bagno turco e jacuzzi private in camera 🙂

PRENOTA QUI LA TUA CAMERA

Guesthouse Kamniti Rob, Podpec

Un posto speciale, in un paesino di soli 48 abitanti, vi immaginate? Siamo alle pendici di un monte che guarda sulla valle e dove lo sguardo si perde fino al golfo di Capodistria. Pur non lontani dalla città, sembra comunque di essere in mezzo al nulla.

guest house Kamniti Rob Slovenia

Questa guesthouse in pietra, rustica e caratteristica, vanta sicuramente una vista e una tranquillità da mille e una notte. Ha 4 camere e si può affittare sia per stanza che per struttura intera.

PRENOTA QUI LA TUA CAMERA

Cosa mangiare vicino Capodistria e dove mangiare

La gastronomia della zona di Capodistria risente molto della vicinanza del mare. Qui potrete assaggiare piatti come il savor (pesci fritti marinati), brodetto di pesce, frutti di mare, ma anche salumi, asparagi, salsicce e minestre varie. Inoltre, una delle specialità locali da non perdere sono i tartufi neri.

Vi consiglio di provare quelli di Di Kappa tartufi, a Tersecco, dove vengono organizzate anche delle degustazioni a base di tartufo, crema di tartufo, formaggi al tartufo e altre specialità locali buonissime.

Di Kappa è anche l’unico produttore di salsa al tartufo della Slovenia, come la buonissima tartufata con habanero.

cosa mangiare in Istria Slovena

Se volete assaggiare questi squisiti prodotti, potete ordinarli online sul sito: https://www.dikappatartufi.si/nasa-zgodba/

Ristorante Razman

Infine, per mangiare prodotti tipici vicino Capodistria consiglio il ristorante a gestione familiare Razman, a Gračišče. Qui abbiano mangiato salumi e formaggi tipici, fusi con asparagi selvatici e uovo, e per chi mangia carne c’erano anche carne con polenta.

dove mangiare vicino Capodistria

Inoltre, Razman vanta anche una bella produzione di vini rossi, bianchi e spumanti.


Se vi è piaciuto questo articolo, forse potrebbero piacervi anche:

Tour della Slovenia in auto tra città, vigneti, spa e natura

Slovenia in 3 giorni tra storia, natura e sport

Slovenia in inverno, itinerario di 4 giorni

I mercatini di Natale in Slovenia

Cosa vedere in Slovenia: itinerario di 3 giorni


 

Per ricevere i miei consigli di viaggio, restare aggiornati sulle novità e i prossimi viaggi di gruppo e avere sconti e promozioni, iscrivetevi alla mia newsletter 🙂


Tranquilli, non vi intaserò la casella e-mail, vi arriverà una email ogni 1/2 mesi!


Accetto la Privacy Policy

 

Alcuni dei link presenti in questo sito web sono link di affiliazione. Questo significa che se clicchi sul link e acquisti il prodotto, io riceverò una piccola commissione di affiliazione. Indipendentemente da ciò, è mia intenzione raccomandare solo prodotti o servizi che uso regolarmente e che ritengo aggiungano valore ai miei lettori.