Se ti piace questo articolo condividilo con i tuoi amici:

Visitare Fuerteventura in camper è un ottimo modo per godersi al meglio la natura dell’isola in maniera semplice, lenta e rilassata. In questo articolo vi racconto le tappe del mio itinerario di 4 giorni, cosa vedere e le spiagge più belle.

***Controlla quale assicurazione viaggio copre le spese per COVID-19 (test e cure all’estero) o compra direttamente online la polizza viaggio Heymondo con lo sconto del 10% riservato ai lettori del mio blog.

Fuerteventura in camper

4 giorni in camper a Fuerteventura

Sono stata a Fuerteventura in camper per 4 giorni in febbraio, per festeggiare il compleanno di mia sorella. Una bella piccola vacanza in famiglia.

Eravamo in 4 persone ed abbiamo noleggiato un camper con due letti matrimoniali e un bagnetto con wc, lavandino e doccia. Lo abbiamo ritirato in aeroporto a Fuerteventura e da lì ci siamo spostati per un tour dell’isola, a dire il vero abbastanza spontaneo e poco programmato.

Credo infatti che il bello di questo tipo di vacanza sia lasciarsi un po’ andare.

Avendo la fortuna di avere una casa mobile, è infatti possibile fermarsi nei posti che più ci ispirano, magari passando la notte di fronte ad una bella spiaggia o cambiando programma a seconda del momento.

dove campeggiare a Fuerteventura

Gli svantaggi di una vacanza in camper a Fuerteventura

Se svegliarsi di fronte all’oceano con un’alba infuocata è un lusso impagabile, dall’altro lato però vi avviso: la flessibilità e l’adattabilità in camper sono parole chiave.

Gli spazi infatti sono stretti (specialmente per noi che eravamo in 4), magari bisogna fare km per ricaricare l’acqua, il vento se è forte fa rumore e comunque non siamo in un hotel 5 stelle.

Se però questo non vi spaventa, la vacanza in camper a Fuerteventura, sarà un bellissimo modo di vivere a contatto con la natura, all’insegna della libertà.

Com’è un viaggio a Fuerteventura on the road?

Visitare Fuerteventura in camper regala molte emozioni. L’isola infatti, essendo sviluppata per lo più in lunghezza, ha delle lunghissime strade (in febbraio poco frequentate) circondate da dune di sabbia, terra rossa, oceano, picchi montuosi limati dal vento tanto da sembrare disegnati e pochi piccoli centri abitati.

Abitando a Tenerife, ho notato subito la grande differenza tra le due isole, non solo a livello di paesaggi (Tenerife ha un paesaggio molto più variato e verde, in alcuni tratti) ma anche a livello di urbanizzazione. A Fuerteventura si vedono pochi palazzoni e l’isola è molto più selvaggia e meno densamente popolata e turistica.

Mentre Tenerife a febbraio scoppia di gente e auto (complice anche il celebre Carnevale di Tenerife), a Fuerteventura si gira in tranquillità senza traffico e anche i turisti non sono tanti.

Ti serve l’assicurazione viaggio per le tue prossime vacanze?

Scegli la polizza viaggio Heymondo e parti senza pensieri!

Guidare a Fuerteventura

Le strade principali di Fuerteventura sono generalmente buone ma se volete addentarvi magari più verso le spiagge o andare a sud verso la punta Jandia o Cofete, troverete molti tratti di strada sterrata.

Guidate quindi con prudenza e soprattutto verificate l’assicurazione che copre il vostro veicolo.

Se non avete voglia di guidare in condizioni critiche, vi consiglio di parcheggiare il camper e partecipare a dei tour guidati come questa escursione in italiano a La Oliva, Betancuria e Dune di Corralejo.

Dove campeggiare a Fuerteventura

Per campeggiare a Fuerteventura, l’unica zona attrezzata si trova nel sud, a Tarajalejo. Se invece volete semplicemente sostare (quindi occupare un posto con il vostro camper e fermarvi a dormire all’interno), potete farlo tranquillamente ovunque.

In questo caso, potrete pernottare nello stesso luogo fino a 48 ore. Superato questo periodo, vi basterà spostarvi, anche di poco, in un altro luogo, e vi assicuro che avrete l’imbarazzo della scelta.

Vi consiglio di consultare l’app Park4night e vedere dove ci sono parcheggi adatti ai camper per passare la notte. Nel mio caso abbiamo scelto sempre aree sosta di fronte al mare, per poterci poi svegliare con il rumore delle onde e il sole che sorge dall’acqua.

Ti serve l’assicurazione viaggio per le tue prossime vacanze?

Scegli la polizza viaggio Heymondo e parti senza pensieri!

Dove rifornire di acqua il camper e dove scaricare le acque grigie e nere a Fuerteventura

Avendo un camper, avrete bisogno a un certo punto di ricaricare l’acqua e scaricare le acque grigie e quelle nere (anzi, in realtà dovrete monitorare il livello delle acque abbastanza frequentemente, soprattutto se siete in tanti).

Per quanto riguarda il carico dell’acqua, potrete farlo alle pompe di benzina, alle apposite macchinette dove si ricarica acqua e si gonfiano le gomme. Costa 1 euro e dura 6 minuti.

Quando potete, consiglio di approfittare di bagni pubblici e docce, che si trovano soprattutto vicino ad alcune spiagge, in modo da risparmiare acqua e scarichi.

Per quanto riguarda gli scarichi delle acque, potrete farlo SOLO nelle aree apposite, che si trovano in vari punti dell’isola.

Per sapere quali sono, vi consiglio di scaricare 2 app fondamentali per ogni viaggio in camper:

-Camper Infinity

-Park 4 night

Cosa vedere a Fuerteventura

Come dicevo sopra, questo mio tour di Fuerteventura in camper è stato molto spontaneo e senza tappe prefissate. Qui sotto vi consiglio alcune cose secondo me da vedere a Fuerteventura:

Dune di Corralejo

Il Parco delle Dune di Corralejo è una delle zone più famose e visitate dell’isola. Si tratta di una distesa sterminata di sabbia e dune dai colori cangianti. Arrampicandovi sulle dune di sabbia, avrete una bellissima vista sull’oceano tutto intorno.

dune di Corralejo

Isolotto di Los Lobos

In pochi minuti di traghetto da Corralejo (con soli 17,50 euro per un biglietto di andata e ritorno) potrete raggiungere l’isolotto di Los Lobos, un paradiso incontaminato dove si trovano solo una caletta, poche case e un ristorante. Qui vivono circa 130 tra specie animali e vegetali.

Io non ci sono stata perché c’era troppo vento ma se le condizioni meteo sono favorevoli, godrete di un oceano dai colori meravigliosi.

COMPRA QUI IL BIGLIETTO DEL TRAGHETTO PER L’ISOLOTTO DI LOBOS

El Cotillo

Nel nord di Fuerteventura, sulla costa ovest, si trova questo piccolo e tranquillo centro. Qui si trovano un fortino con vista mare, un faro, diverse lagune e spiagge e una passeggiata vicino al mare dove ci sono diversi localini e ristoranti.

Corralejo

Corralejo è uno dei centri turistici più frequentati di Fuerteventura e quello dove troverete la maggior parte di hotel, negozi, ristoranti e vita notturna. Io ci sono stata solo la prima sera del mio tour, per andare a cena.

Gran Tarajal

Nel sud di Fuerteventura si trova questa cittadina costeggiata da una lunghissima spiaggia urbana di sabbia chiara.

Lungo la passeggiata troverete diversi bar e ristoranti dove fermarvi a mangiare qualcosa. Inoltre, se viaggiate in camper, qui troverete bagni pubblici e docce accanto alla spiaggia, oltre a un grande parcheggio dove pernottare.

Gran Tarajal Fuerteventura

Morro Jable

Morro Jable, sulla costa sud di Fuerteventura, è un’altra delle località più turistiche dell’isola. A febbraio, quando ci sono stata io, era frequentata per lo più da anziani turisti tedeschi ma credo sia dovuto alla stagione.

In sé non ha troppe attrattive come centro, se non la comodità di avere tanti negozi, servizi, hotel e ristoranti. Il suo bello però è la grandissima spiaggia del Matorral, dove c’è un suggestivo faro e dove, quando ci sono le onde, si può fare surf.

Tra la vegetazione che precede la spiaggia vi imbatterete facilmente in tanti scoiattolini che vivono lì. In spiaggia inoltre troverete dei chiringuito, bagni e docce pubbliche.

Antigua

Guidando quasi a caso per l’isola, siamo capitati nel cuore di Fuerteventura, in questo piccolo centro di 3000 abitanti. In quel giorno la cittadina era allestita a festa con uno spettacolo e bancarelle di street food, per un evento.

Ve la consiglio per respirare un po’ l’atmosfera di un villaggio tipico isolano, con le campagne, i mulini a vento e le case tipiche canarie.

Cofete

Una meta che desideravo vedere ma che purtroppo mi sono persa è Cofete, località che si trova nel parco naturale di Jandia, a sud ovest dell’isola. La zona è selvaggia e ha una delle spiagge più isolate ed estese delle Canarie.

In realtà la meta era nel mio itinerario ma da Morro Jable ci vogliono circa 2 ore di strada sterrata e accidentata e dopo un po’ siamo tornati indietro.

Se non volete guidare nemmeno voi in queste condizioni, potete prenotare un tour guidato in jeep per esplorare la zona.

Betancuria

Una delle cose per me più interessanti da vedere a Fuerteventura, se non altro per respirare un po’ di storia, è il villaggio di Betancuria, fondato nel 1404 e ex capitale delle Canarie. Per raggiungerlo dovrete percorrere una strada un po’ tortuosa, però vale la pena.

Betancuria Fuerteventura

Passeggiando per le sue stradine pedonali potrete ammirare edifici storici, case tipiche e la chiesa di St Marie. Inoltre, ci sono alcuni ristoranti molto caratteristici, dove potrete fermarvi a mangiare qualcosa.

Se non avete voglia di guidare in strade molto curve, potete partecipare ad un tour guidato come questa escursione in italiano con tappe a Betancuria, La Oliva e le Dune di Corralejo.

Le spiagge di Fuerteventura

Le spiagge di Fuerteventura, lunghissime, e molte delle quali di sabbia chiara, sono tra le spiagge più belle delle isole Canarie.

Purtroppo a inizio febbraio, quando ci sono stata io, soffiava un vento molto forte e quindi non me le sono potuta godere come avrei voluto.

Qui sotto però vi indico alcune di quelle che ho visitato e che mi sono piaciute:

Grandes Playas de Corralejo

Lunga spiaggia di sabbia fine e dorata a Corralejo, con acqua azzurra e cristallina. Facile da raggiungere e con docce pubbliche.

spiaggia di Corralejo

Playa Coloradas

Spiaggia di sabbia, circondata da scogliere frastagliate e grotte. Vi si accede tramite un sentiero.

Costa Calma

Spiaggia di sabbia bianca di 2km circondata da hotel e ristoranti.

Playa de Sotavento

Per me la spiaggia più bella di Fuerteventura. Enorme, di sabbia chiara e con delle lagune naturali e un’acqua molto azzurra. È la spiaggia per eccellenza di chi pratica windsurf e kitesurf.

Playa del Matorral

Lunga spiaggia urbana di Morro Jable, attrezzata e circondata da vegetazione.


Se vi è piaciuto questo articolo, forse potrebbero interessarvi anche:

Fuerteventura tra spiagge, sport e natura

5 giorni a Lanzarote con meno di 350 euro

Cosa fare a Lanzarote in 5 giorni

Tour di Tenerife on the road in 1 settimana, le tappe da non perdere


Per ricevere i miei consigli di viaggio, restare aggiornati sulle novità e i prossimi viaggi di gruppo e avere sconti e promozioni, iscrivetevi alla mia newsletter 🙂


Tranquilli, non vi intaserò la casella e-mail, vi arriverà una email ogni 1/2 mesi!


Accetto la Privacy Policy

 

Alcuni dei link presenti in questo sito web sono link di affiliazione. Questo significa che se clicchi sul link e acquisti il prodotto, io riceverò una piccola commissione di affiliazione. Indipendentemente da ciò, è mia intenzione raccomandare solo prodotti o servizi che uso regolarmente e che ritengo aggiungano valore ai miei lettori.