Se ti piace questo articolo condividilo con i tuoi amici:

Cosa vedere a Grand Bahama: guida completa su come arrivare, quando andare, le spiagge più belle e le escursioni da non perdere.

✈️ Quando viaggi all’estero, assicurati di partire in sicurezza con la migliore assicurazione di viaggio sul mercato.

Puoi comprare online la polizza viaggio Heymondo con sconto del 10% riservato ai lettori del mio blog!


Dove si trova Grand Bahama

L’isola di Grand Bahama è quella più a nord dell’arcipelago delle Bahamas: un insieme di 700 tra isole e isolette nell’oceano Atlantico, proprio sotto la Florida. Trovandosi a soli 84 km dalle coste del paese, è anche l’isola più vicina da raggiungere dagli Stati Uniti.

Sono stata a Grand Bahama in maggio. Dopo aver fatto un bellissimo viaggio in Cina fai da te, ho infatti deciso di aver bisogno di un po’ di mare e mi sono regalata una settimana in resort all-inclusive alle Bahamas.

quando andare a Grand Bahama

Per entrare alle Bahamas serve il passaporto con almeno 6 mesi di validità. Se viaggiate per turismo, fino a 90 giorni di permanenza, non è necessario alcun visto.

Per viaggiare alle Bahamas è consigliato stipulare un’assicurazione viaggio in caso di imprevisti o problemi di salute. Usando il mio codice sconto potrete comprare l’assicurazione viaggio Heymondo con uno sconto del 10% dedicato a tutti i miei lettori.

Viva Windham Fortuna – resort all-inclusive con bungalow vista mare situati di fronte alla bella spiaggia bianca Fortune Beach. Sport di terra e acquatici, campi da tennis, animazione e 4 ristoranti tra cui scegliere per i pasti.

Lingue parlate: inglese e creolo-inglese

Moneta locale: dollaro delle Bahamas (BSD) €1,00 = 1,40 Bsd ma il dollaro è ampiamente accettato.

Fuso Orario: 5 ore indietro rispetto all’Italia – GMT-4

Vaccini obbligatori: nessuno. Quello per la febbre gialla è obbligatorio per i viaggiatori provenienti da paesi in cui la malattia è endemica.

Perché andare a Grand Bahama

Grand Bahama è nota ai turisti sicuramente per le sue spiagge da sogno (che sono le tipiche spiagge caraibiche da cartolina), per la barriera corallina, per le mangrovie, per le immersioni subacquee e per i campi da golf. Qui si respira un’atmosfera molto calma e rilassata e a parte le località turistiche, l’isola è quasi vergine tra foreste e distese di sabbia bianca.

La gente è gentile ed accogliente e se viaggiate in bassa stagione, potrete avere la fortuna di godervi le meravigliose spiagge praticamente deserte!

Come arrivare a Grand Bahama dall’Italia

Per arrivare dall’Italia a Grand Bahama, la compagnia aerea Neos ha dei voli diretti da Milano Malpensa a Freeport (che però ci sono solo in alcuni periodi dell’anno). Il volo dura circa 10 ore.

In alternativa potete arrivare a Miami in aereo e da lì prendere un volo diretto per l’aeroporto internazionale di Freeport (che dura circa 50 minuti).

Se preferite spostarvi in nave, potete prendere un traghetto da Fort Lauderdale (a circa 40km da Miami) al porto di Freeport (durata della tratta: circa 3 ore).

Quando andare a Grand Bahama, i mesi migliori

I mesi migliori per andare a Grand Bahama sono i mesi più secchi, da ottobre ad aprile.

Da maggio a settembre il clima è generalmente più piovoso (ed è anche la stagione degli uragani). È anche vero però che in questo periodo sull’isola c’è meno gente e i prezzi sono più bassi.

In ogni caso però da mia esperienza, i climi tropicali sono imprevedibili e la fortuna gioca sempre il suo ruolo. Io sono stata a Grand Bahama a metà maggio e non ho mai beccato una pioggia!

Cosa vedere a Grand Bahama

Parco Nazionale Lucayan

Il Parco Nazionale Lucayan è forse l’attrazione più importante da vedere a Grand Bahama. Si trova al sud dell’isola e lo si raggiunge attraversando km di strade incontaminate circondate da terra brulla alternata a foreste. Per entrare si paga un biglietto di circa 11 dollari USD.

Lucayan National Park

Il parco è costituito da un lungo sistema di grotte sottomarine e tunnel, dove vivono anche colonie di animali endemici come i pipistrelli. Un’altra grande ricchezza del parco sono le mangrovie e la loro biodiversità, che potrete ammirare camminando su passerelle e sentieri fino alla spiaggia di Gold Rock Beach.

Gold Rock Beach

Considerata una delle spiagge più belle di Grand Bahama, fa parte del Parco Nazionale Lucayan.

Si tratta di una spiaggia selvaggia e tranquilla, con km di sabbia di un bianco accecante e acqua cristallina.

Gold Rock beach Grand Bahama

Quando ci sono stata io, non c’era praticamente nessun altro all’infuori di un ragazzo che affittava qualche ombrellone e vendeva noci di cocco e strombi (uno dei piatti tipici delle Bahamas).

Ti serve l’assicurazione viaggio per le tue prossime vacanze?

Scegli la polizza viaggio Heymondo e parti senza pensieri!

Port Lucaya Marketplace

Il mercato di Port Lucaya è un coloratissimo mercato all’aperto in stile caraibico. Qui troverete negozi dai colori pastello, musica, bancarelle, street food, vestiti, souvenir, artigianato, bar e ristoranti e intrattenimento notturno.

Sicuramente è il posto ideale per lo shopping a Grand Bahama, carino e allegro anche se molto turistico. Vi consiglio di andarci verso l’ora del tramonto perché più vivace e anche perché col sole a picco può fare veramente molto caldo e c’è poca ombra.

mercato Port Lucaya Grand Bahama

Garden of the Groves

Se amate la natura e il verde, a Freeport, il centro più importante di Grand Bahama, si trova questo bel giardino botanico con cascate, stagni, piante autoctone ed esotiche, farfalle e uccelli.

A Garden of the Groves si trova anche l’unico labirinto delle Bahamas!

Per visitare il parco e le altre attrazioni principali dell’isola (come il Mercato di Lucaya e la Church Row), puoi prenotare questo tour guidato su Viator. Leggi tutte le info QUI.

Rand Nature Centre

Nel centro dell’isola, vicino all’aeroporto di Freeport, si trova questa riserva naturale che ospita diverse specie di piante e animali locali, tra le quali una colonia di elegantissimi fenicotteri (che sono anche il simbolo di Grand Bahama).

Peterson Cay National Park

Per gli amanti dello snorkeling e dei fondali, Grand Bahama è un vero paradiso. Se infatti c’è qualcosa che non deve mancare nella vostra valigia per le Bahamas, sono maschera e boccaglio.

Uno dei punti più belli per ammirare la barriera corallina è il Peterson Cay National Park, un parco marino che si può raggiungere in barca.

Paradise Cove

Un altro punto eccezionale per fare snorkeling e avvistare pesci coloratissimi e specie come barracuda, mante e tanti altri, è Paradise Beach, a ovest dell’isola.

Il nome non è casuale perché la spiaggia è un vero paradiso, con acqua bassa che va pian piano diventando più profonda e colori da catalogo di agenzia viaggi.

Paradise beach Grand Bahama

L’accesso è a pagamento (circa 7 dollari USD) e fronte spiaggia c’è un baretto/ristorante con tavoli di legno e un box per noleggiare attrezzatura da snorkeling.

Day pass per Paradise Cove

Per godervi al massimo la giornata al Paradise Cove vi consiglio di prenotare su Viator un day pass. Questo include il transfer da Freeport, l’accesso alla spiaggia con lettino, Il kit per lo snorkeling e pasto e bevande al beach bar. Il day pass vi permetterà di risparmiare rispetto all’acquisto dei servizi presi singolarmente in loco.

PRENOTA QUI IL DAY PASS PER PARADISE COVE

Crystal Beach Swimming With The Pigs

Le Bahamas, grazie all’isola di Ezuma, sono diventate popolari anche per la possibilità di fare il bagno con i maialini. L’isola di Exuma è lontana da Grand Bahama (per raggiungerla bisogna arrivare a Nassau con un volo e da lì in barca a Exuma).

E così anche Grand Bahama ha creato la sua spiaggia con i maialini. Per trovarla, se volete arrivare autonomamente, dovete seguire su Google Maps le indicazioni per Crystal Beach Swimming With The Pigs, vicino a Paradise Beach.

In alternativa, potete partecipare a un tour organizzato come questo di Viator.

PS: Io non ci sono stata, quindi non so dirvi se è un’esperienza che vale la pena ma pare i maialini non vivano naturalmente lì ma siano stati portati. Per farvi un’idea migliore, potete leggere le recensioni dei viaggiatori su Tripadvisor QUI.

Avvistamento squali dal ristorante

Se siete amanti degli squali e fate immersioni, a Grand Bahama avrete l’imbarazzo della scelta per avvistarli. Se invece come me non amate l’idea di andare sott’acqua con la bombola, potrete comunque vedere queste splendide creature.

Io ne ho visti parecchi vicino alla costa dal Ristorante/sushi bar Pier One che si trova a Freeport Harbour.

Qui, in alcune ore del giorno (19, 20 e 21) danno da mangiare agli squali, quindi anche in altri orari li vedrete aggirarsi intorno in cerca di cibo.

Le spiagge più belle di Grand Bahama

A Grand Bahama ci sono delle spiagge da sogno, questo è poco ma sicuro.

Tra le più belle, vi segnalo:

Fortune Beach – riparata e tranquilla, a pochi km da Port Lucaya. Qui si trovano il resort Viva Fortuna, qualche beach restaurant, e bellissime ville praticamente sulla spiaggia che potrete avvistare facendo una passeggiata.

cosa vedere a Grand Bahama

Gold Rock Beach – Spiaggia protetta, parte del Parco Nazionale Lucayan. Selvaggia e lunghissima, circondata da mangrovie e foreste.

Lucaya Beach – Spiaggia cittadina di fronte agli hotel di Port Lucaya. Bella ma sicuramente meno selvaggia e più affollata delle spiagge precedenti.

Paradise Beach – bellissima spiaggia perfetta per lo snorkeling, a pagamento

Le escursioni più belle da fare a Grand Bahama

Se l’idea di stare stesi in spiaggia tutto il giorno non vi entusiasma, sappiate che a Grand Bahama avrete l’imbarazzo della scelta tra tour ed escursioni, sia di terra che di mare.

Ecco alcune delle migliori escursioni da fare a Grand Bahama, che potrete prenotare direttamente online.

Tour gastronomico delle specialità delle Bahamas

Questo tour di mezza giornata è ideale per chi vuole scoprire (e assaggiare) i sapori tipici della cucina delle Bahamas. Si parte da Freeport insieme alla guida alla volta del Mercato locale dei contadini (farmer’s market).

Qui proverete la tipica birra locale, la torta al rum e parteciperete ad uno show cooking per preparare il piatto più famoso dell’isola (la conch, o strombo in italiano).

Si tratta di una enorme conchiglia dal bellissimo guscio che viene poi venduto come ornamento, servita cruda o sotto forma di frittelle.

Alla fine, avrete del tempo libero per rilassarvi e fare il bagno in una bella spiaggia privata.

PRENOTA QUI

Snorkeling con le tartarughe

A Grand Bahama, ho visto diverse tartarughe marine nuotare. Se volete vederle da vicino mentre fate snorkeling, vi consiglio questo tour di mezza giornata che vi porterà ad un contatto ravvicinato con queste splendide creature.

Avrete la possibilità di fare snorkeling in un punto molto bello della barriera corallina tra pesci colorati e tartarughe. Il tour prevede anche una sosta in una casa tipica di gente del posto che vi offrirà il tè e vi racconterà qualcosa della cultura e tradizioni delle Bahamas.

LEGGI TUTTI I DETTAGLI DI QUESTO TOUR QUI

Garden of the Groves e tour della città

Se avete poco tempo a disposizione a Grand Bahama e volete essere certi di vedere il meglio dell’isola, vi consiglio questo tour di Viator di mezza giornata. Durante l’escursione visiterete il Mercato di Port Lucaya, la Chiesa Row e il bel giardino botanico Garden of the Groves.

PRENOTA QUI

Come arrivare dall’aeroporto di Freeport in hotel

Una volta atterrati nel piccolo aeroporto di Freeport, dovrete scegliere come arrivare in hotel. Potrete prenotare un’auto per spostarvi autonomamente (circa 70 euro a giornata), prendere un taxi (se ne trovano agli arrivi in aeroporto) o meglio prenotare in anticipo un transfer.

Ecco alcune opzioni:

Transfer per il Viva Fortuna

Se la vostra meta finale è il Viva Fortuna, a Fortune Beach, la cosa più comoda è prenotare in anticipo un transfer che vi verrà a prende agli arrivi in aeroporto all’orario di atterraggio del volo.

Il prezzo parte dai 28 dollari per un transfer di andata e ritorno e può ospitare fino a 8 persone.

FAI UN PREVENTIVO QUI

Dove dormire a Grand Bahama

Viva Wyndham Fortuna, Resort all-inclusive a Fortune Beach

Durante il mio soggiorno sono stata al Viva Wyndham Fortuna Beach, un resort all-inclusive 4 stelle della catena Viva, che conosco bene già da anni e della quale ho già visitato 2 resort, in Messico e Repubblica Dominicana.

La bellezza del resort è principalmente nella sua posizione, proprio fronte spiaggia, con bungalow vista oceano. Come sport e attività c’è l’imbarazzo della scelta, dal trapezio al tennis, dagli sport acquatici alle freccette, yoga, acquagym.

Viva Wyndham Fortuna Beach Bahamas

L’animazione è simpatica ma discreta e gli show serali sono di qualità.

Come cucina, potrete scegliere tra un ristorante a buffet con proposte che variano a seconda del giorno della settimana e 3 ristoranti a tema (uno internazionale, uno italiano e uno messicano).

Inoltre, con la formula all inclusive avrete a disposizione anche due bar, di cui uno fronte spiaggia, e, udite udite, pizza illimitata dalle 23 al mattino!

PRENOTA QUI IL SOGGIORNO AL VIVA FORTUNA

Cosa mangiare alle Bahamas, la cucina tipica

La cucina tipica delle Bahamas, come potrete immaginare, offre per la maggior parte piatti a base di pesce. Non manca però qualche specialità a base di carne o di verdure e legumi.

I piatti tipici da mangiare alle Bahamas

Conch

Il piatto più simbolico della cucina delle Bahamas è questo mollusco che si trova in una grande e lucida conchiglia (che vedrete spesso vendere sulla spiaggia come ornamento).

Viene preparato sia crudo col lime e spezie, sia come frittella o all’insalata, insieme a verdure come peperoni, lime e pomodoro. Molto buono, anche se, guardarlo estrarre dalla conchiglia, è un po’ impressionante.

Rock lobster

Aragosta tipica dell’arcipelago, servita nelle insalate o cotta al vapore e alla griglia, generalmente accompagnata da verdure.

Granchi di terra al vapore

Granchi di terra cotti al vapore

Pagro al forno

Pesce tipico preparato con pomodoro, burro, cipolla e spezie.

Fish and grits

Pesce locale cucinato in umido con prezzemolo, pomodoro, cipolle e spezie, accompagnato da polenta.

Gamberi ripieni

Gamberi ripieni di granchio e aragosta, cipolla e aglio, arrotolati nella pancetta e serviti con una salsa a base di brodo di aragosta, vino bianco e panna.

Pepperpot

Stufato di manzo, pecora e maiale con una salsa di cassava, cannella e peperoncino.

Fagioli

Sono molto utilizzati nella cucina delle Bahamas, sia come contorno che come piatto unico e sono generalmente preparati con diverse spezie.

Callaloo

Piatto tipico caraibico a base di callaloo (una verdura simile agli spinaci) stufata con carne di maiale, frutti di mare, cipolle, pomodori, melanzane e latte di cocco.


Diana Bancale, autrice del blog

Giornalista e travel blogger dal 2014. Napoletana di nascita ma attualmente alle Canarie.
Viaggio tanto, spesso sola, amo il mare, i sorrisi, gli animali e la pizza. Ho lasciato il lavoro per viaggiare e da allora il mio lavoro è viaggiare e creare contenuti di viaggio sul mio blog e sui social media.

Se vi è piaciuto questo articolo, forse potrebbero interessarvi anche:

Vacanze inverno in Repubblica Dominicana, il Viva Wyndham Dominicus Beach

Vacanze in Riviera Maya, dove dormire a Playa del Carmen e cosa veder

Vacanze in Repubblica Dominicana, le escursioni più belle


Per ricevere i miei consigli di viaggio, restare aggiornati sulle novità e i prossimi viaggi di gruppo e avere sconti e promozioni, iscrivetevi alla mia newsletter 🙂


Tranquilli, non vi intaserò la casella e-mail, vi arriverà una email ogni 1/2 mesi!


Accetto la Privacy Policy

 

Alcuni dei link presenti in questo sito web sono link di affiliazione. Questo significa che se clicchi sul link e acquisti il prodotto, io riceverò una piccola commissione di affiliazione. Indipendentemente da ciò, è mia intenzione raccomandare solo prodotti o servizi che uso regolarmente e che ritengo aggiungano valore ai miei lettori.