La Riviera Maya è una zona del Messico molto richiesta e tra le più frequentate.

Quello che ho amato di quest’area costiera è la sua varietà. Si passa dalle lunghe spiagge bianche di Playa del Carmen alle antichissime rovine maya di Tulum e Cobà.

Si scoprono fiumi e piscine sotterranee dove fare il bagno come in una favola e la sera si può scegliere tra ristoranti di tutti i tipi, discoteche e bar aperti tutta la notte.

Io ci sono stata per 10 giorni, avendo come base Playa del Carmen, per poi spostarmi per le varie escursioni. Ho usato i mezzi pubblici ma se preferite potete facilmente noleggiare un’auto all’aeroporto di Cancun.

Qui potete trovare hotel e guest house convenienti per dormire in Riviera Maya a partire da 10 euro a notte.

La mia idea iniziale era quella di rilassarmi senza fare i soliti “tour de force” ma poi ci sono dei posti talmente belli che a non andarci ti senti in colpa.

Prima della partenza, non dimenticate di stipulare un’assicurazione viaggio per il Messico. Qui vi spiego come scegliere la migliore assicurazione e qui invece potete acquistarla con uno sconto immediato del 10%!

Cosa vedere in Riviera Maya

Ecco i miei consigli per le escursioni più belle:

Playa del Carmen

Se dovessi pensare a un luogo dove andare a vivere, oltre alla mia amata Miami, quello probabilmente sarebbe Playa Del Carmen.

Playa del Carmen

Immaginate una località balneare con una spiaggia infinita e bianca, una altrettanto lunga strada principale (la Quinta Avenida) piena di negozi di abbigliamento, souvenir, ristoranti che offrono ogni tipo di cucina, locali alla moda, bar.

Clima mite tutto l’anno intorno ai 25 gradi, cibo a buon prezzo, case basse dai colori vivi e accesi, palme e musica latina ad ogni angolo. Non so per voi, ma questa per me è vita.

Aggiungete poi che volendo tutte le sere ci sono discoteche e locali aperti dove divertirsi e soprattutto che una delle specialità è il queso fundido…per me è il paese dei balocchi!

Qui trovate i miei consigli su dove mangiare a Playa del Carmen.

queso fundido

L’unica piccola delusione è stato il mare di Playa del Carmen. L’acqua è pulita ma è freddina e in alcuni tratti ci sono molte alghe che la rendono torbida. Inoltre essendo piuttosto ventilato l’acqua è abbastanza agitata.

Lo so, sono viziata, ma dopo il viaggio alle Seychelles mi ero abituata troppo bene.

Akumal

In circa 30 minuti di colectivo (taxi collettivo che parte non appena si riempie di passeggeri) e 35 pesos (circa 1, 70 euro)da Playa del Carmen si raggiunge Akumal.

Akumal

Questa località è nota per le tartarughe marine che si possono vedere facendo snorkeling. Io in realtà non sono una grande amante di questo sport però sono invece “cintura nera” della vita da spiaggia e della tintarella.

Ad Akumal la spiaggia bianca di palme sembra uscita da una cartolina, molto diversa da quella di Playa e l’acqua è azzurra e trasparente.

E’ molto affollata però, quindi se cercate una spiaggia tipo isola deserta, sappiate che non è quello il genere.

Isla Cozumel

Se cercate spiagge deserte dove essere da soli (al massimo insieme a qualche pacifica iguana), l’isola di Cozumel, praticamente di fronte a Playa del Carmen, è quello che fa per voi.

Isla Cozumel

Il traghetto si prede da Playa, dalla seconda strada c’è il molo. Il biglietto A/R  è di 245 pesos.

Prima di avventurarvi a piedi da un punto all’altro dell’isola sappiate però che è molto grande e i trasporti in alcune aree sono carenti. Vi conviene quindi noleggiare una piccola auto.

L’isola è bella perché in alcuni punti è ancora selvaggia e il turismo sembra non aver cambiato la vita della gente del posto. Si trovano locande dove si mangia con 2 euro a testa, con persone semplici e cordiali.

Tulum

Tulum è la vera perla della Riviera Maya.

Immaginate questo verde spiazzo enorme occupato dalle rovine maya e poi uno strapiombo al di là del quale c’è un mare blu incantevole. Le parole non riescono a rendere la realtà ma se questo posto è così famoso, il motivo è evidente.

Tulum

Unica cosa: è affollatissimo, quindi vi conviene arrivarci al mattino abbastanza presto.

Potete raggiungere Tulum sia con un colectivo, sia con un bus dell’Ado che con un’escursione privata.

Cobà

Un grandissimo sito maya di importanza eccezionale. Data la sua vastità lo si gira in bici o meglio a bordo di questa sorta di tricicli guidati da dei ragazzi del posto, che ti portano in  giro attraverso le rovine maya in mezzo alla giungla.

La gita è molto suggestiva e il punto più emozionante è la piramide. Vi consiglio di salire però solo se non soffrite di vertigini. Passi la fatica dei 40 metri di gradini, ma quando sarete in cima poi dover scendere vi assicuro che è da pelle d’oca.

Cobà

Io ho fatto tutta la discesa seduta sui gradini, scivolando verso il basso per ridurre il senso di vertigini!

Gran Cenote

Lo Yucatan è pieno di cenotes ovvero piscine sotterranee dove si è accumulata l’acqua nel corso dei secoli. Molti di questi sono balneabili e regalano uno spettacolo quasi magico.

Il Gran Cenote è uno di questi. Scendete la ripida scalinata a chiocciola e vi troverete in questa grande grotta dove c’è una vera e propria piscina, circondata da stalattiti e stalagmiti. L’acqua è veramente gelata però dopo un tuffo ti senti ritemprato. Provare per credere.

Cancún

C’è chi la odia e chi la ama. Dicono sia un covo di springbreakers americani e infatti lo è. Però devo dire che Cancun mi ha sorpresa.

C’è la città vera, caotica, rumorosa e trafficata. E poi in autobus si arriva alla zona hotellera, quella dei resort e delle spiagge.

Cancun

Pulita, curata, con i prati verdi e la laguna. Una spiaggia lunga e larga con le colorate casette dei bagnini e alle spalle i grandi hotel e grattacieli. Certo, non incarna lo spirito autentico del Messico ma per una vacanza balneare per me è una zona bellissima.

Isla Mujeres

In 20 minuti di traghetto da Cancun si raggiunge la meravigliosa Isla Mujeres. Il biglietto è di 145 pesos A/R.

Piccolina, palme ovunque, colori caraibici e negozietti. Qui si respira subito l’atmosfera di vacanza al mare senza pensieri.

Isla Mujeres

Potete girarla con delle golf car o a piedi. Le spiagge sono meravigliose.


Se vi è piaciuto questo articolo, forse potrebbero interessarvi anche:

DOVE DORMIRE IN RIVIERA MAYA

Booking.com