Per il mio viaggio da sola alle Maldive, a metà novembre, ho scelto Ukulhas, una piccola meravigliosa isola di pescatori nell’atollo di Ari Nord.


Il mio viaggio da sola alle Maldive, come è andata

Vi capita mai quando siete in viaggio, di voler buttare via il volo di ritorno e restare esattamente nel posto in cui siete?

mare Maldive

Con le Maldive è stato amore a prima vista. Le ho sognate per tanti, tantissimi anni, ne ho fantasticato a lungo e da quando ho comprato finalmente il volo per le Maldive, ho iniziato a costruire nella mia mente l’immagine di come sarebbe stato quel paradiso.

Mi succede sempre. Quando arrivo in un luogo ho già un’idea di come questo sia, e a volte combacia, altre volte invece no.

Per me le Maldive sono sempre state uno di quei viaggi dei sogni. E adesso, che sono tornata da neanche una settimana, posso dire che la loro bellezza va ben oltre le aspettative, che nel mio caso erano già altissime.

viaggiare da soli alle Maldive

Nemmeno le foto e i video riescono a rendere realmente lo splendore di questo arcipelago, semplicemente perfetto nel suo mix di colori e sfumature. Belli da piangere.

Quando vi ho parlato della mia scelta di fare un viaggio da sola alle Maldive, vi avevo annunciato di aver scelto un’isola di pescatori, dove avrei soggiornato in una guest house low cost.

La avevo scelta per farmi un’idea della vita sulle isole più autentiche dell’arcipelago, quelle che solo da poco hanno conosciuto il turismo.

Arrivare da Male a Ukulhas in motoscafo al tramonto

Arrivare a Ukulhas è molto semplice dall’aeroporto di Male. Ci sono diverse soluzioni, a seconda del budget.

Una barca che impiega circa 5 ore al costo di pochi dollari, l’idrovolante per un prezzo di 150 dollari e il motoscafo veloce, che ho utilizzato io, per un prezzo di 50 dollari a tratta e un tempo di percorrenza di 1 ora e mezza.

porto di Male Maldive

La bellezza del mio viaggio alle Maldive, per me è iniziata subito dopo essere atterrata a Male. Appena uscita dall’aeroporto c’è il porto con le barche. L’acqua è così blu che sembra tinta ed è incredibile pensare come un porto possa avere delle acque così limpide e colorate.

Il viaggio in motoscafo per Ukulhas è stato un’esperienza interessante e piacevole. Una ventina di persone a bordo e solo un paio di turisti, io e un ragazzo asiatico.

Il resto era gente del posto che raggiungeva le isole collegata da Male con questo servizio. Volti di uomini scuri segnati dal sole, donne col capo coperto e bimbi in in braccio alle mamme.

motoscafo da Male a Ukulhas

L’acqua dell’oceano era una tavola e durante la navigazione ho iniziato ad avere un assaggio di quello che erano i miei sogni sulle Maldive.

Siamo passati accanto a isole circondate da acque azzurro chiarissimo, in lontananza si sono iniziate a vedere le water villas, il mio sogno di una vita, e al tramonto l’acqua si è tinta di rosa, mentre navigavamo verso l’orizzonte col vento in faccia.

Sulla superficie dell’acqua tantissimi pesci volanti, che non avevo mai visto.

Volano rasente l’acqua per metri, tanto da sembrare degli uccelli, e poi si immergono di nuovo, scomparendo.

come arrivare a Ukulhas

Mi sentivo impazzire dalla felicità, avrei voluto bloccare quel momento per sempre, cercando di immortalarlo con centinaia di scatti e video. La bellezza pura, mi commuove sempre.

Viaggiare da soli a Ukulhas, isola di pescatori nell’atollo di Ari Nord

Arrivata al piccolo porto di Ukulhas, ero ormai stanchissima dal lungo viaggio e dall’attesa del motoscafo in aeroporto, ma ero troppo curiosa di scoprire questa piccola isola abitata da gente del luogo.

Un buggy mandato dalla mia guest house è venuto a prendermi, guidato da un gentilissimo ragazzo dello Sri Lanka. Al porto sono ormeggiate delle variopinte barche da pesca e anche qui l’acqua è un sogno.

porto di Ukulhas

La prima cosa che si vede in lontananza è una grande moschea.

Le Maldive in guest house

In pochi minuti raggiungo la mia guest house che si trova praticamente di fronte alla spiaggia, un minuto a piedi. Ho scelto un trattamento di pensione completa (colazione, pranzo e cena) a circa 50 euro al giorno in totale.

Maldive in guest house

Per prima cosa voglio vedere la spiaggia. Quasi su tutte le spiagge dell’isola è possibile stare in bikini, fatta eccezione per quella dei locali, dove non è concesso, per motivi religiosi (le Maldive sono un paese 100% musulmano).

Bikini beach Ukulhas

Le spiagge di Ukulhas

Come saprete ho una grande predilezione per il mare e le spiagge tropicali. Amo le palme, adoro la sabbia e l’acqua calda. E per questo ho scelto spesso dei viaggi in posti che vantano le spiagge più belle del mondo: Hawaii, Seychelles, Messico, Thailandia.

Tutte bellissime, ma sono rimasta veramente estasiata dalle spiagge di Ukulhas.

Con una breve camminata fuori alla mia guest house, mi si è aperta davanti agli occhi una sterminata spiaggia di sabbia bianchissima, deserta, fatta eccezione per tre o quattro turisti.

spiagge Ukulhas

Un ombrellone di paglia in mezzo, e intorno un’acqua da sogno. In lontananza strisce di sabbia bianca che affiorano dall’oceano a formare delle minuscole isole.

Non so se le foto riescano a rendere la realtà, ma queste spiagge per me sono perfezione assoluta.

Cosa vedere a Ukulhas

Ukulhas è un’isola molto piccola. Basti pensare che è lunga 1 km e larga circa 500 metri. In alcuni punti si riesce a vederne chiaramente entrambi i lati. Sull’isola ci sono alcune moschee, una di queste antica e ormai abbandonata.

Una scuola, un piccolo tribunale, il comune, una palestra, dei piccoli negozi di alimentari e generi vari, un ambulatorio, un parco giochi, pochi ristoranti e qualche decina di guest house.

cosa vedere a Ukulhas

Qua non esistono i grandi resort e ci sono meno di 1000 abitanti.

Camminando per la strada principale ho incontrato solo gente del luogo: bambini che giocano, donne che chiacchierano sedute su sdraio fuori le porte di casa e dei negozi, e molti uomini in scooter.

Non ci sono auto, forse un paio al massimo sull’isola.

Gli edifici hanno dei colori accesi che ricordano quelli caraibici. La strada è di sabbia, non è asfaltata e quando piove si riempie di acqua formando delle grandi pozze, nelle quali io mi sono divertita come i bambini a saltare dentro bagnandomi i piedi. Ma tanto lì si gira in infradito.

UkulhasUkulhas centro

Fa buio verso le 18 in questa stagione, e quando cala il sole, ci sono poche illuminazioni. Ho fatto una passeggiata dopo cena per la via centrale ed è abbastanza d’impatto camminare da soli tra ombre e sagome coperte di nero. Ma lo ho trovato intenso e splendido.

A cadenze regolari la voce del muezzin rompe improvvisamente il silenzio con il richiamo alla preghiera. Una voce melodiosa ed esotica, ma quando ti coglie impreparato, anche spaventosa, perché non sei abituato e non te l’aspetti.

Soprattutto quando inizia nel cuore della notte…

Però sono queste diversità che rendono i viaggia ancora più interessanti. Non trovate?

Incontri sull’isola di Ukulhas

Ho conosciuto una ragazza californiana. Era vestita come me, color tiffany e Tiffany era anche il suo nome. Mi si è avvicinata mentre ero sola al tavolo al ristorante.

Era sola anche lei e mi ha raccontato di non voler più ripartire e voler perdere il biglietto già acquistato per il ritorno. Da quanto vedo sui social poi lo ha fatto, è rimasta lì. E la capisco molto bene.

A Ukulhas si respira un “tempo non tempo”, come fossi fuori dal mondo.

Ukulhas Ari NordUkulhas Maldive

Per la durata del mio breve soggiorno mi sono sentita in paradiso, senza un solo pensiero spiacevole, circondata da calma e bellezza.

Le escursioni da Ukulhas

Da Ukulhas si possono provare diverse escursioni, prenotabili tramite la vostra guest house.

Io sono stata al Gunbaru Inn e l’offerta di tour era molto interessante.

Ho provato lo snorkeling, dove ho visto dei pesci dai colori fluo che solo nei cartoni animati credevo esistere e visitato le sandbank, ovvero le strisce di sabbia bianca in mezzo all’oceano.

snorkeling UkulhasTour Ukulhas Maldive

Poi si possono visitare altre isole abitate dai locali e fare dei tour per avvistare delfini e mante.

Inoltre la guest house mette a disposizione, gratuitamente, un tour dell’isola a bordo della macchinetta elettrica. L’isola come vi dicevo si gira in mezz’ora.

Ma questa sull’isola di Ukulhas non è stata la mia unica esperienza alle Maldive. Quasi a sorpresa, ho ricevuto una proposta di collaborazione con un grande resort su un’altra isola.

Un’esperienza totalmente diversa e meravigliosa, della quale vi parlerò nel prossimo articolo…